COMUNE DI MARMIROLO: INIZIANO I LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA CICLOPEDONALE MARMIROLO-SAN BRIZIO

Partono il 20 gennaio 2020 i lavori per la realizzazione della nuova ciclopedonale tra Marmirolo e San Brizio. Il progetto è suddiviso in due lotti di intervento e in questa prima fase i lavori riguarderanno la realizzazione della ciclopedonale in fregio a strada Rodone a partire dal cimitero di Marmirolo, in direzione San Brizio.

ciclopedonale marmirolo san brizio.JPGIl primo intervento prevede una durata di lavori di circa 6 mesi e una spesa complessiva di € 300.000 finanziati da risorse proprie dell’ente e da contributo regionale.

Tale percorso infatti costituisce un lotto funzionale di intervento per la connessione ciclopedonale tra Marmirolo e una delle sue frazioni, ma costituisce altresì, a più ampia scala, un tassello di un percorso ben più ampio denominato “Vivere le Colline Moreniche del Garda: il Cammino di Fede e Solidarietà” promosso dall’’Associazione Colline moreniche del Garda, capofila dell’accordo di partenariato.

Il Cammino di fede si avvale di un percorso principale ad anello e di alcuni tracciati minori ad esso direttamente collegati e bene finalizzati alla fruizione dei beni architettonici, paesaggistici e culturali di particolare pregio ed interesse, tra i quali quello di Marmirolo.

L’Amministrazione comunale dichiara la propria soddisfazione per la realizzazione di questa opera programmata già da tempo: “A completamento di questo primo intervento, in primavera inizieranno altresì i lavori di realizzazione del sentiero lungo la ex Mantova-Peschiera nei pressi della ex stazione di San Brizio. In questo modo tutto il collegamento tra Marmirolo e San Brizio sarà completato”.

Il progetto del comune di Marmirolo si sviluppa lungo Via Rodone. Il nuovo percorso sarà realizzato in sede propria, separata dalla viabilità principale tramite una doppia cordolatura rialzata. Saranno garantiti tutti gli accessi carrai esistenti lungo la via e sarà realizzato un sistema dedicato di raccolta delle acque meteoriche, separato dall’attuale rete di irrigazione locale dei terreni agricoli. La pista sarà pavimentata in conglomerato bituminoso, in modo omogeneo alla sede stradale. Ai fini di recepire le prescrizioni del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in sede di procedimento finalizzato al rilascio di autorizzazione paesaggistica a lato del percorso si è prevista la realizzazione di opere a verde al fine di ripristinare nel primo tratto della pista il verde tipico del “rivale” degli ambienti rurali.

L’intervento potrà comportare dei disagi alla viabilità connessi alla necessità di prevedere per stati di avanzamento la chiusura di una carreggiata stradale con creazione di senso unico alternato.

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.