CORONAVIRUS: CONSENTITI GLI SPOSTAMENTI PER L’ATTIVITÀ VETERINARIA

VETERINARIO 1.jpgL’ultimo Dpcm emesso dal Governo permette lo svolgimento, su tutto il territorio nazionale, dell’attività veterinaria.

Nella nota emessa dal Ministero della Salute infatti si legge che “alle attività veterinaria, produttive e zootecniche si applica la seguente deroga, ossia evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e uscita dei territori di cui al presente articolo, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità. Pertanto, si precisa che le misure per la regolamentazione delle attività veterinarie, produttive e zootecniche si applicano all’intero territorio nazionale”.

Successivamente si precisa che gli spostamenti dei veterinari per motivi di lavoro devono essere regolamentati con l’apposito modulo per autocertificazione, introdotto dal Dpcm 9 marzo 2020.

Le attività di profilassi per influenza aviaria e peste suina africana, vista la situazione in Europa, sono da considerarsi inderogabili.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.