IL GOVERNO SOTTOVALUTA LE PROPOSTE DELL’ONOREVOLE BARONI SU FILIERA AGROALIMENTARE NAZIONALE

Roma, 7 luglioSecca presa di posizione dell’onorevole Annalisa Baroni di FI, relativamente alla mancanza di attenzione, da parte del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nei riguardi di due suoi emendamenti tesi a fornire un supporto da determinati settori del tessuto socioeconomico nazionale.

Il Governo Conte, – afferma l’esponente dell’opposizione – che si appresta a chiedere la fiducia anche sul “decreto rilancio”, ha sbarrato la strada, tra gli altri, a due miei emendamenti tesi a dare un concreto sostegno economico a due filiere produttive importantissime per la nostra industria agroalimentare e per l’agricoltura in generale, settore primario di questo paese. I due emendamenti puntavano a dare “respiro economico” alla filiera della suinicoltura e della produzione di formaggi DOP con latte vaccino (in primis Grana Padano e Parmigiano Reggiano) ma sono stati bocciati dal Governo in commissione e non potranno essere ripresentati in aula, dato che il Governo metterà la fiducia anche sul decreto (cosiddetto) rilancio“.

Con il primo emendamento, – prosegue l’onorevole Baroni – chiedevo un incremento di almeno 45 mln euro al fondo destinato alla suinicoltura per il 2020, e di 25 mln per il 2021. La richiesta è stata bocciata e, nella riformulazione del provvedimento, si assegna una dotazione di soli 90 mln di euro per tutto il comparto zootecnico primario: la conseguenza è che le aziende produttrici di salumi riceveranno poco o nulla“.

Quanto all’emendamento relativo al fondo per la distribuzione di derrate alimentari agli indigenti,  – ribadisce l’esponente di Forza Italia – aumentato di 250 mln euro nella formulazione governativa, avevo proposto una destinazione non inferiore a 50 mln euro per la filiera dei formaggi DOP da latte vaccino (tra i quali anche Grana e Parmigiano). La bocciatura dell’emendamento mette in discussione l’aiuto concreto destinato alla filiera dei formaggi DOP italiani e in particolare di Grana Padano e Parmigiano Reggiano, autentici e formidabili fuoriclasse del made in Italy nel mondo. La mia battaglia tuttavia continua: riproporrò le mie richieste al Governo nella giornata di domani, intervenendo in aula alla Camera dei Deputati dove presenterò due ordini del giorno finalizzati a ripristinare integralmente le misure di sostegno per le due filiere“.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.