UNIONE: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER RIQUALIFICAZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTO: DOMANDE ENTRO 30 OTTOBRE

Bassa Romagna, 1 settembre – L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha approvato un disciplinare per la concessione di contributi a fondo perduto destinati ai privati per la riqualificazione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti. L’azione, che rientra nelle misure del progetto “Futuro Green”, mira a contribuire in maniera concreta al risanamento della qualità dell’aria, alla riduzione dei consumi energetici e di conseguenza alle emissioni climalteranti.

contributi a fondo perduto.jpgI soggetti destinatari delle misure sono proprietari, detentori/utilizzatori, ma anche società che operano per conto del proprietari o del detentore/utilizzatore. L’immobile presso il quale avverrà l’intervento di sostituzione deve essere ubicato in uno dei Comuni dell’Unione della Bassa Romagna.

Gli impianti possono trovarsi indistintamente in edifici di qualsiasi categoria catastale, di potenza del focolare inferiore o uguale a 35 kW. Tutti gli interventi possono essere realizzati solo in caso di sostituzione di impianto preesistente e non in caso di nuova installazione.

Sono rendicontabili e ammesse a contributo tutte le spese connesse alla realizzazione dell’intervento, che siano considerate rendicontabili dal GSE, gestore dei servizi energetici, e che siano oggetto di contestuale richiesta e ottenimento dell’incentivo nazionale “Conto termico 2.0”.

Il sostegno consiste in un contributo economico pari al 40% dell’importo del contributo concesso dal Gse per lo stesso intervento, che può arrivare al 60% in caso di Isee familiare pari o inferiore a € 8.920,68. Il contributo concesso, cumulabile con il contributo del GSE – Conto termico 2.0, potrà portare alla copertura anche del 100% della spesa sostenuta (che non potrà però in nessun caso essere superata).

Le risorse complessive a disposizione del bando ammontano a 50mila euro.

L’iniziativa aggiunge una ulteriore possibilità di intervento, a costo zero o quasi, ai cittadini residenti in Unione, rispetto a quello che l’ecobonus 110% statale offre; è infatti stata pensata per tutti quegli interventi di sola sostituzione degli impianti esistenti, che rappresentano comunque un fattore di inquinamento importante. La domanda da presentare è semplice e immediata, un’occasione per tutti coloro che sono intenzionati a intervenire sull’impianto della propria abitazione, ma che non intendono riqualificare complessivamente l’edificio (operazione per la quale è invece opportuno sfruttare invece l’ecobonus 110%, anche questa un’opportunità importantissima da cogliere, ma che richiede comunque uno sforzo tecnico ed economico maggiore, dal momento che lo Stato richiede un salto energetico di due classi).

RISCALDAMENTO 1

Possono accedere ai contributi gli interventi avviati successivamente al 4 maggio 2020, e ultimati e integralmente pagati entro il 31 dicembre 2020.

La domanda di contributo dovrà essere presentata entro venerdì 30 ottobre alle 12:00, utilizzando la modulistica scaricabile dal sito, con una delle seguenti modalità: via Pec all’indirizzo pg.unione.labassaromagna.it@legalmail.it; a mezzo raccomandata AR a “Servizio Urbanistica, Energia e Mobilità dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Piazza Trisi 4, 48022 Lugo (Ra)” (ai fini dell’ammissione delle istanze farà fede la data di ricevimento delle stesse e non la data di spedizione); con consegna a mano al Protocollo generale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Piazza dei Martiri 1, 48022 Lugo (Ra).

“Con questo sostegno economico vogliamo dare forza al volano economico legato alla sostenibilità – hanno dichiarato i referenti del Tavolo di lavoro del progetto Futuro Green -. Si tratta di un’occasione virtuosa che crea vantaggi su tutti i fronti: per l’ambiente, per il privato che investe sul proprio benessere e per le imprese chiamate a lavorare”.

I beneficiari si impegnano a esporre in modo visibile all’esterno dell’edificio in cui è stato

effettuato l’intervento, il marchio “Futuro Green” che verrà fornito gratuitamente al momento dell’erogazione del contributo. Ciò al fine di rendere riconoscibile l’azione di sostegno pubblico e per facilitare eventuali controlli.

Per chiarimenti o supporto nella compilazione, è possibile rivolgersi al Servizio Urbanistica, Energia e Mobilità dell’Unione, scrivendo all’indirizzo futurogreen@unione.labassaromagna.it.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.