APERITIVI CON L’ARTISTA: L’AMBASCIATORE ARTISTA STEFANO BENAZZO INTERVISTATO DA ALESSANDRO CATELANI E ARIANNA SARTORI

Proseguono gli appuntamenti via web organizzati dalla Delegazione FAI di Mantova. (https://www.facebook.com/FaiDelegazionediMantova)

MANTOVA – Lunedì 21 dicembre, alle 19.00, sempre sulla pagina Facebook della Delegazione FAI di Mantova, per la rubrica “Aperitivi con l’artista”, Alessandro Catelani e Arianna Sartori intervistano Stefano Benazzo, fotografo e modellista umbro.

Dal 2012 l’obiettivo della sua macchina fotografica cattura immagini di relitti di navi e imbarcazioni spiaggiate, testimonianza delle storie degli uomini che erano a bordo: navi che parlano di uomini e non uomini che parlano di navi. Ma nel 2020 la pandemia e la conseguente impossibilità di muoversi, gli ha fatto riscoprire un’altra antica passione, quella per la costruzione in scala di modelli architettonici di monumenti antichi.

Ritiratosi nel 2012 dopo una lunga carriera diplomatica che lo ha portato a frequentare per le ambasciate di tutto il mondo, Stefano Benazzo torna a dedicarsi a tempo pieno alle sue passioni di sempre, prima fra tutte la fotografia.

In particolare ciò che Benazzo cattura col proprio obiettivo sono le immagini di relitti spiaggiati, di navi ed imbarcazioni forse dimenticate là dove per loro il tempo si è fermato ma in grado di raccontare le storie degli uomini che erano a bordo: navi che parlano di uomini e non uomini che parlano di navi. I relitti portano con sé la memoria di coloro che non figurano nei testi di storia, ricordano la sofferenza di innumerevoli famiglie di Marinai e sono il simbolo di alcune caratteristiche essenziali dell’uomo e della storia economica, sociale, industriale e marittima.

Ma gli ultimi mesi, segnati dalla impossibilità di viaggiare, hanno indotto Stefano Benazzo a riprendere un’altra antica passione iniziata 25 anni fa: la costruzione in scala di modelli architettonici di monumenti antichi. Vuole così riprendere la tradizione dei “Legnaioli”, cioè degli artigiani che li costruivano – sulla base delle indicazioni degli progettisti – per permettere ai costruttori di procedere; ancora un volta il pensiero è rivolto agli individui, in questo caso a coloro che da secoli vi si recano affidando la loro anima.
Di questo e di molti altri argomenti si parlerà direttamente con l’ambasciatore artista.

L’evento potrà essere seguito sulla pagina Facebook della Delegazione FAI di Mantova (https://www.facebook.com/FaiDelegazionediMantova)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.