MANTOVA, MUSEO DIOCESANO: PRESENTAZIONE DEL VOLUME DI SANDRA MANZELLA “L’OASI DELLE ROSE”

Sabato 22 maggio alle ore 16:30 al Museo Diocesano Francesco Gonzaga, Chiara Prezzavento presenta il volume di Sandra Manzella “L’Oasi delle Rose. Il lebbrosario del Cairo” Edizioni EDB. Alla presentazione, oltre all’autrice, interverrà il direttore del museo Mons. Roberto Brunelli.

Nell’occasione verranno eseguite musiche originali di Giuliano Perboni, con Samanta Chieffallo al pianoforte e Simona Longhi per il canto. Le liriche sono ispirate ai brani poetici della scrittrice Mayy Ziyade, (Nazareth 1886–Il Cairo 1914), considerata tra le maggiori esponenti del femminismo arabo del primo Novecento.

Verrà esposta durante l’evento la scultura di Donata Lorenzetti, Abbraccio.

Sandra Manzella è scrittrice e insegnante; compie regolarmente viaggi nel Vicino Oriente per approfondire temi storico-sociali e si occupa di dialogo interreligioso. Recentemente ha pubblicato Gerusalemme. Viaggio al centro del mondo.

Chiara Prezzavento è scrittrice, traduttrice, blogger e drammaturga per l’Accademia ‘F. Campogalliani’ di Mantova. Lavora e pubblica in Italia e nel Regno Unito.

Roberto Brunelli, direttore del Museo Diocesano e canonico della cattedrale di Mantova, esperto d‘arte e viaggiatore, è autore di numerosi volumi.

Giuliano Perboni ha studiato clarinetto al conservatorio ‘L. Campiani’ di Mantova e composizione al Conservatorio ‘G. Verdi’ di Milano. Attualmente si dedica alla musica contemporanea.

Simona Longhi, insegnante, ha studiato flauto traverso e canto al Conservatorio ‘G. Verdi’ di Milano. Affianca l’attività corale a quella di solista.

Samanta Chieffallo ha studiato pianoforte e musica vocale da camera presso il Conservatorio ‘L. Campiani’ di Mantova. È insegnante di pianoforte e svolge attività concertistica.

Donata Lorenzetti, veronese, è scrittrice, viaggiatrice e fotografa. Ha studiato scultura nel laboratorio di Luciano Dal Molin.

Si chiede gentilmente a quanti vorranno partecipare di presentarsi al museo un quarto d’ora prima dell’evento per evitare assembramenti all’ingresso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.