TAMPONI ANTIGENICI RAPIDI IN FARMACIA, POSSONO ESSERE ESEGUITI SOLO DA QUELLE CHE ADERISCONO AL ‘PROTOCOLLO FIGLIUOLO’

NUOVE DISPOSIZIONI NAZIONALI

“Da oggi i tamponi antigenici rapidi vengono eseguiti solo dalle farmacie aderenti al Protocollo predisposto dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 d’intesa col ministero della Salute e i presidenti di Federfarma, A.S.SO.FARM. e FarmacieUnite”.

Lo comunica in una Nota l’assessorato al Welfare della Regione Lombardia, a seguito al d.l. 127 del 21 settembre 2021 sulle novità relative alla gestione dei tamponi antigenici rapidi da parte delle farmacie in base al ‘Protocollo Figliuolo’.

“In Lombardia – prosegue la Nota – a ieri le farmacie che hanno aderito sono 1.320 sulle 2.003 totali. Le nuove disposizioni che derivano da quelle nazionali sono le seguenti:- per i cittadini tra i 12 e i 18 anni il costo è di 8 euro, i restanti 7 euro sono a carico del Sistema sanitario regionale;- per le restanti fasce d’età il prezzo ‘calmierato’ del tampone resta fissato a 15 euro;- per la fascia 6-11 anni, la legge 126/2021 non prevede il green pass per l’accesso alle diverse attività, pertanto anche per loro il costo del tampone è fissato a 15 euro. Ovviamente qualora i soggetti di questa fascia di età (6-11 anni), fossero ‘contatti stretti’ di un caso positivo, è previsto che il tampone possa essere effettuato gratuitamente presso le strutture del Sistema Sanitario Regionale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.