FERRARA – Suds Open Euro TriGames 2021, i Campionati del mondo per gli atleti con sindrome di Down: oltre 500 partecipanti da 17 Paesi

Un grande appuntamento agonistico, ma anche un’importante occasione di incontro e socialità che esalta i valori più autentici dello sport. Al via a Ferrara  fino al 10 ottobre i  SUDS Open Euro TriGames 2021, ovvero quelli che a tutti gli effetti possono essere considerati i Campionati del mondo degli atleti con sindrome di Down che arrivano per la prima volta in Emilia-Romagna, anche grazie al sostegno della Regione.

Oltre 500 partecipanti provenienti da 17 Stati (Bulgaria, Croazia, Estonia, Francia, Irlanda, Italia, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia, Turchia, Stati Uniti) che si sfideranno in ben otto discipline: atletica leggera, calcio a cinque, judo, nuoto, nuoto sincronizzato, pallacanestro, tennis, tennistavolo.

Oggi  l’inaugurazione in Piazza Municipale con il ritrovo di tutte le delegazioni che insieme hanno raggiunto lo stadio Paolo Mazza. Una grande festa che ha segnato l’apertura ufficiale delle gare.

La manifestazione è promossa dalla Fisdir (Federazione italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali), dalla SUDS (Union for athletes with Down syndrome), dal Comitato paralimpico italiano, dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Ferrara, dall’Ufficio scolastico regionale e dall’Università di Ferrara.

L’impegno della Regione per lo sport

Un’edizione quella 2021 particolarmente significativa perché rappresenta anche un ritorno degli Euro TriGames, dopo la pausa imposta lo scorso anno dalla pandemia.
 
Un segnale di ripartenza e di fiducia nel futuro che vede in primo piano anche la Regione che ha voluto inserire la  manifestazione nel calendario di eventi 2021 insieme ai Campionati italiani di tennis tavolo paralimpico che si sono svolti a maggio a Cadelbosco di sopra (Re), alla staffetta di handbike “Obiettivo Tricolore” ideata da Alex Zanardi, che ha effettuato diverse tappe in Emilia-Romagna a luglio, e alla gara di paraduathlon svoltasi nello scorso fine settimana a Cervia nell’ambito del Campionato italiano di triathlon.

Nella terra in cui sta realizzando il Centro paralimpico del Nord Italia a Villanova d’Arda nel Piacentino, la conferma di un impegno per lo sport davvero a 360 gradi: dai grandi eventi di caratura nazionale e internazionale che possono rappresentare un importante strumento di promozione del territorio, alla pratica sportiva di base che può essere per tutti, nessuno escluso, una grande occasione di crescita, benessere, socialità.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.