MANTOVA – «L’INTELLETTUALE ROVESCIATO» L’eredità di GIANNI BOSIO a cinquant’anni dalla scomparsa. CONVEGNO A PALAZZO SOARDI

L’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, in collaborazione con l’Associazione Postumia, l’Istituto Ernesto De Martino e la Lega di Cultura di Piadena, organizza una giornata di studi per onorare la memoria di Gianni Bosio di cui ricorre il cinquantesimo della morte (21 agosto 1971). Mantova Sala degli Stemmi di Palazzo Soardi (via Frattini, 60) sabato 23 ottobre alle ore 16:00 e a Gazoldo degli Ippoliti Rocca Palatina (via Marconi, 123) sempre sabato 23 alle ore 20:30.

Nato ad Acquanegra sul Chiese il 20 ottobre 1923, Gianni Bosio fu partigiano nella Resistenza, poi militante del Partito Socialista Italiano, a Mantova e a Milano. Storico del movimento popolare e ricercatore dei modi d’espressione culturale dei ceti subalterni, fu fondatore di «Movimento operaio», direttore delle Edizioni Avanti! (poi Edizioni del Gallo), animatore del Nuovo Canzoniere Italiano e tra i fondatori dell’Istituto Ernesto De Martino.

L’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea conserva l’importante fondo che porta il suo nome e ne ha curato l’inventariazione e la catalogazione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.