REGGIOLO – BATTESIMO PER GLI “ATELIER A PALAZZO” DI REGGIO CHILDREN, NUOVI SPAZI A MISURA DI BAMBINO

Una giornata di festa per l’inaugurazione degli “Atelier a Palazzo”. Domenica 20 febbraio, grazie alla collaborazione tra Comune di Reggiolo, Reggio Children, Azienda Servizi Bassa Reggiana e all’importante impegno di Comer Industries, Palazzo Sartoretti apre i suoi spazi a bambini, ragazzi e a tutti i cittadini per il taglio del nastro di un grande atelier per sperimentare i “cento linguaggi” dei più piccoli.

Perché i bambini hanno cento lingue, cento mani, cento pensieri, altrettanti modi di giocare, parlare e necessità di esprimerli.

L’appuntamento inaugurale è fissato per le ore 9:30, nelle splendide sale del Palazzo, e vedrà la partecipazione delle esperte in campo educativo. Dopo l’introduzione dell’assessore alle Politiche sociali e alla Scuola Livia Arioli, la pedagogista di Reggio Children Lorella Trancossi presenterà il progetto “Atelier a Palazzo”.

La parola passerà poi a Silvia Ronchetti, direttrice dell’Azienda Servizi Bassa Reggiana (ASBR), che illustrerà l’azione dell’azienda speciale a sostegno delle politiche educative del territorio.

A seguire gli interventi della pedagogista ASBR Patrizia Benedetti, che affronterà il tema del tavolo infanzia come esperienza di rete e di sinergia educativa locale, e dell’atelierista ASBR Simone Armini sul tema “Palazzo Sartoretti visto dagli occhi dei bambini e delle bambine: suggestioni e pensieri”.

Alle ore 10.45 è previsto il taglio del nastro con la partecipazione del sottosegretario alla presidenza della Regione EmiliaRomagna Giammaria Manghi, del sindaco di Reggiolo Roberto Angeli e del Presidente e Amministratore Delegato di Comer Industries Matteo Storchi.

Le attività con i bambini cominceranno già nel corso della mattinata e nel pomeriggio, a partire dalle ore 15.00, si terranno le visite all’atelier in gruppi (massimo 10 persone) organizzate su sei turni (prenotazioni: tel. 0522 213713, Whatsapp 331 8426129 o biblioteca@comune.reggiolo.re.it). L’evento si svolgerà nel rispetto delle normative anti Covid-19 vigenti.

“Si tratta di un progetto importante – ha spiegato l’assessore comunale Arioli – perché offre una nuova opportunità alle famiglie e alle scuole di Reggiolo, dei comuni limitrofi e della vicina Lombardia. Un servizio che porta un’esperienza educativa, quella fondata sul Reggio Emilia Approach®, che si è fatta conoscere nel mondo e che oggi si esprime in un contesto ricco di storia, all’interno di un Palazzo monumentale proprio di fronte alla Rocca medievale. Durante l’estate, poi, gli atelier potranno sfruttare il bellissimo contesto del parco Sartoretti”.

Gli atelier, che avranno un doppio appuntamento pensato per le famiglie ogni ultima domenica del mese e accoglieranno anche le scuole durante la settimana, sono il risultato dell’importante collaborazione tra enti, realtà culturali e tessuto economico locale.

Sono entusiasta di aver contribuito con questo progetto alla valorizzazione del nostro paese – ha commentato il Presidente e Amministratore Delegato di Comer Industries Matteo Storchi –, perché credo che la cultura, l’educazione e la sostenibilità siano oggi leve indispensabili per lo sviluppo di un territorio. Essere sostenibili significa essere responsabili socialmente, attenti al pianeta ma anche alle persone che lo abitano, significa preservare le proprie radici, investire partendo dal territorio in cui si è nati e si opera, per poi crescere e diventare internazionali”.

Per Reggio Children è fondamentale continuare a costruire alleanze e progettualità comuni sul territorio – ha detto il presidente di Reggio Children Cristian Fabbi – non a caso l’inaugurazione dell’Atelier a Palazzo Sartoretti a Reggiolo aprirà la settimana di iniziative organizzate per celebrare la data del compleanno di Loris Malaguzzi, che cade il 23 febbraio. Questa collaborazione sul territorio è stata generata da un altro incontro,  per noi cruciale, con Comer Industries: due mondi in apparenza lontani, quello della meccanica e dell’educazione che, grazie a un dialogo costruttivo, hanno portato alla progettazione e realizzazione  di un  “Atelier degli Ingranaggi” all’interno del Centro Internazionale Loris Malaguzzi, particolarmente apprezzato da bambini, ragazzi e adulti. E l’auspicio è che questo sia solo l’inizio e che il nostro lavoro insieme possa proseguire”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.