COMUNE DI MANTOVA: PROROGATI FINO AL 30 GIUGNO PLATEATICI IN DEROGA. DAL 1° APRILE CANONE UNICO A RATE

Verranno prorogati al 30 giugno, come previsto dal decreto del governo, i plateatici in deroga già autorizzati e che non occupano posti auto. Dal 1° aprile viene ripristinato il canone unico ma con possibilità di maggiore rateizzazione.

Entro Giugno in aula il nuovo regolamento per plateatici e dehor e in cantiere un bando per ripopolare i negozi sfitti mirato a corso Umberto e via Verdi. Entro estate al via incarico anche per il nuovo regolamento per l’arredo urbano pubblico del centro storico e area Unesco.

Si è tenuto un incontro oggi, 29 marzo 2022, tra Comune di Mantova, rappresentato dal Sindaco mattia Palazzi, dall’Assessore Iacopo Rebecchi e dal dirigente Sportello Unico Stefania Galli, e le associazioni del Commercio, Confcommercio, rappresentata da Stefano Gola, Vicepresidente con Delega al territorio, Vanni Righi e Cristina Zovi, in rappresentanza dei pubblici esercizi, e Confesercenti rappresentata dal Direttore Davide Cornacchia.

Al centro dell’incontro l’illustrazione, da parte dell’Amministrazione, di una serie di interventi sul tema dei plateatici rilasciati in deroga e durante l’emergenza Covid-19, in scadenza il 31 marzo, che saranno prorogati fino al 30 giugno, così come previsto dall’ultimo decreto, con la massima semplificazione burocratica e la piena disponibilità da parte dell’Amministrazione ad estendere la deroga fino a fine anno se il Governo rivedrà la normativa in tal senso.

“Abbiamo voluto contemperare due esigenze, – spiega l’Assessore Iacopo Rebecchi – da una parte dare la possibilità a bar e ristoranti di mantenere con una procedura semplice i plateatici allargati già autorizzati che non occupano posti auto e dall’altra dare maggiore decoro al centro storico evitando la permanenza di plateatici provvisori, nati durante l’emergenza COVID, che non sono assolutamente adatti al contesto di una città storica come la nostra. Riteniamo giusto permettere ai pubblici esercizi di mantenere plateatici più larghi anche perché tanti cittadini oggi preferiscono consumare all’aperto, ma vogliamo che questi plateatici rispettino il regolamento d’arredo urbano, pena la revoca del nulla osta comunale. Tra le misure previste nella delibera che porteremo in giunta, anche il ripristino dal 1 di aprile del Canone unico patrimoniale per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, con l’applicazione della tariffa giornaliera. Disponibili anche ad una maggiore rateizzazione del canone soprattutto in relazione alle estensione”.

Nel corso dell’incontro l’Amministrazione ha toccato il tema del nuovo regolamento su plateatici e dehors che sarà portato in aula entro giugno e che ha visto il coinvolgimento delle categorie e un approfondito confronto con la Sovrintendenza , e ha annunciato la prossima realizzazione di un bando, in collaborazione con le categorie, finalizzato a favorire, attraverso contributi a fondo perduto fino a 15mila euro, il ripopolamento commerciale delle vie che contano il maggior numero di negozi sfitti, come via Verdi e Corso Umberto, sfruttando se possibile anche le risorse del Nuovo bando dei Distretti del Commercio 22-24 approvato di recente dalla Giunta regionale.

Ultimo punto oggetto dell’incontro tra Comune e associazioni del commercio è stato il nuovo regolamento sull’arredo urbano pubblico. Il Sindaco Palazzi ha comunicato alle categorie che appena approvato quello sui plateatici e dehor a giugno la giunta procederà con la redazione del nuovo regolamento sull’arredo urbano.

“E’ stato un incontro proficuo su più fronti, e tutti di estrema rilevanza per la città – è il commento di Stefano Gola, Vicepresidente di Confcommercio con Delega al territorio, e di Vanni Righi e Cristina Zovi, in rappresentanza dei pubblici esercizi dell’associazione – sulla proroga dei plateatici covid sono state accolte le nostre richieste, mentre è ottima l’iniziativa del bando per il ripopolamento delle vetrine sfitte. Non vediamo l’ora, poi, che venga approvato il nuovo regolamento sui dehors, costruito all’insegna della massima semplificazione e snellimento burocratico per una veloce applicazione dello stesso, che insieme a quello sull’arredo urbano, che attendiamo da anni, daranno un grande impulso al restyling e all’immagine  della nostra città”.

“E’ stata accolta una delle nostre richieste: mantenere l’ampliamento seppure fino al 30 giugno 2022, per i plateatici che non occupano parcheggi di residenti o non sono di intralcio alla viabilità pedonale. Senza ulteriori comunicazioni. – commenta Davide Cornacchia Direttore di Confesercenti – La richiesta dello sconto, non è stata accolta per carenza di risorse del Comune, abbiamo allora chiesto di intervenire per favorire la massima dilazione possibile per i pagamenti mentre per la parte extraplateatico interessante la disponibilità di portare il pagamento a fine stagione. Infine bene sapere che anche l’iter per il regolamento del rilascio dei plateatici potrà essere approvato entro l’estate. Da tempo le imprese attendono con grande interesse per migliorare l’accoglienza ai consumatori ma anche innovare la propria azienda.”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.