COMUNE DI MANTOVA, RIPRENDE IL PROGETTO “SCUOLE APERTE”: 50 MILA EURO PER L’ANNO SCOLASTICO 2022/2023

La Giunta, nella riunione di mercoledì 30 marzo, ha deliberato la promozione e l’attuazione di azioni relative al progetto “Scuole Aperte”, per l’anno scolastico 2022/2023 attraverso una co-progettazione tra Comune, Associazioni dei genitori e Istituti Comprensivi.

A Mantova ci sono 3 Istituti comprensivi, ognuno dei quali è dotato di numerosi plessi scolastici, con concrete potenzialità di utilizzo da parte di realtà associative locali di genitori al fine di favorire la partecipazione dei cittadini alla gestione degli spazi pubblici.

Gli obiettivi generali della iniziativa prevedono:

  • l’ampliamento dell’orario di apertura delle scuole nei pomeriggi e nei fine settimana, in modo che siano a disposizione del territorio, attraverso attività rivolte non solo agli studenti ma anche a tutta la cittadinanza;
  • la promozione della gestione degli spazi scolastici da parte dei genitori degli alunni, affinché si consolidi la concezione della scuola come luogo inclusivo e di socializzazione anche con finalità inclusiva;
  • la promozione della scuola come luogo di confronto tra generazioni, arricchimento reciproco tra culture diverse, incentivazione della conoscenza dei propri diritti e doveri, mediante iniziative educative, ludiche, culturali e di aggregazione sociale;
  • il consolidamento del ruolo di cittadini attivi da parte dei ragazzi, coinvolti in attività di “custodia” di spazi pubblici, anche al fine di sviluppare un maggior attaccamento e rispetto dei beni pubblici del proprio quartiere;
  • l’acquisizione della consapevolezza dell’importanza di essere “parte” di una comunità inclusiva e solidale, efficace antidoto contro episodi di bullismo e prevaricazione;
  • la prevenzione di possibili forme di disagio sociale e la promozione di occasioni virtuose di confronto e di mutua conoscenza da parte dei genitori e delle famiglie, con possibile creazione di reti informali di aiuto in caso di necessità.

Inoltre, nel caso l’attività progettuale preveda anche il servizio di ristorazione scolastica, anche se gestito da enti terzi, questo dovrà seguire le linee di indirizzo per la ristorazione scolastica dell’Ats Val Padana con successive aggiornamenti e modifiche. Per il servizio di ristorazione scolastica saranno vigenti le tariffe e le agevolazioni già previste per gli alunni minori residenti nel tempo scuola, che saranno approvate dalla Giunta comunale per l’anno scolastico di riferimento.

La Giunta ha anche dato il via libera per l’avvio dell’istruttoria pubblica di co-progettazione finalizzata all’individuazione di realtà associative locali di genitori (eventualmente anche in associazione temporanea con soggetti del terzo settore locale) con cui elaborare le azioni necessarie per realizzare il progetto “Scuole Aperte”, previo parere favore del Dirigente Scolastico o dell’organo collegiale competente dell’Istituto Comprensivo.

La Giunta ha previsto un contributo complessivo di 50.000 euro a supporto delle azioni necessarie per realizzare i progetti che verranno selezionati per gli anni 2022 e 2023.

Si fa presente che è stato deciso di rinnovare la promozione e la realizzazione di azioni riferite al progetto “Scuole Aperte”, che con tutte le accortezze dettate dalla normativa anti Covid si stanno realizzando anche nell’anno scolastico in corso 2021-2022.

“Questa delibera esplicita al meglio le linee di mandato 2020-2025 in cui si evidenzia l’obiettivo strategico – ha detto l’assessore Serena Pedrazzoli –: scuole aperte e post scuola, l’ampliamento dell’offerta formativa in termini di orari ed azioni complementari all’attività didattica all’interno delle strutture scolastiche ed extra scolastiche”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.