COTIGNOLA – VITTIME DEL FASCISMO, PER CELEBRARE LA LIBERAZIONE UN LIBRO DI TESTIMONIANZE CURATO DA DALMONTE

Domenica 10 aprile alle 21 al teatro Binario di Cotignola, in occasione del 77° anniversario della Liberazione del paese, sarà presentato il volume La violenza fascista a Cotignola. Lo squadrismo del Ventennio raccontato dalle vittime, curato da Giordano Dalmonte.

Il libro raccoglie oltre 70 testimonianze di cotignolesi che negli anni ’20 e ’30 del Novecento furono perseguitati dai fascisti. Dai racconti, per la prima volta pubblicati nel volume, emergono vicende di persone comuni, non solo di antifascisti militanti o dirigenti politici, divenuti oggetto di minacce, percosse e persecuzioni fasciste.

Leno e don Stefano Casadio

Le interviste furono raccolte negli anni Settanta da Luigi «Leno» Casadio, il noto partigiano che prese parte all’operazione «Bandiera bianca» il giorno della liberazione di Cotignola, e che nel corso della sua vita divenne anche appassionato studioso di storia locale.

Il volume, che oltre alla trascrizione delle testimonianze comprende anche un’introduzione storica sull’avvento del fascismo a Cotignola e una biografia di Leno, è a cura dello storico Giordano Dalmonte ed è pubblicato dall’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Ravenna, in collaborazione con il Comune di Cotignola.

Cotignola al tempo del fascismo

Alla presentazione, insieme al curatore, saranno presenti Giuseppe Masetti, direttore dell’Istituto storico di Racenna, e l’archivista Anna Attiliani.

Cotignola al tempo del fascismo

Per informazioni e prenotazioni, contattare l’Urp allo 0545 908826, mail eventi@comune.cotignola.ra.it. L’accesso è gratuito, ma è disciplinato dalla normativa anti Covid vigente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.