TUTTI PER TERRA: anche il FESTIVAL DELLA CUCINA MANTOVANA partecipa all’evento con l’installazione GRAZIE PRATI STABILI

MARMIROLO – Il circolo Arci Birillistica Marmirolese, con il patrocinio e il contributo del Comune di Marmirolo, organizza il 29 maggio una giornata dedicata alla natura, all’arte e al riciclo. Tutti per Terra, questo il nome dell’evento, si terrà a Marmirolo nei giardini pubblici di Via Di Vittorio e negli spazi attigui del circolo.

Anche il Festival della Cucina Mantovana, da sempre alla ricerca delle eccellenze del nostro territorio, sarà presente con una propria installazione all’evento. Tra le opere di Land Art, il Festival proporrà un’installazione che rende omaggio ai “Prati stabili”.

La Cucina Mantovana è un patrimonio gastronomico che non ha eguali tra le province italiane. Dai primi piatti ai dolci, la qualità delle materie prime e delle singole preparazioni fanno sì che le proposte gastronomiche mantovane siano delle vere e proprie eccellenze.

In particolare i primi piatti vedono come protagonista assoluto sua Maestà, il Grana Padano.

In questa occasione il Festival vuole rendere omaggio ad un territorio speciale che, grazie ai suoi Prati Stabili dalle caratteristiche organolettiche uniche, produce un fieno veramente di alta qualità. Un fieno che le nostre mucche trasformano in un latte speciale e che le mani sapienti dei nostri casari lavorano, producendo un alimento prezioso.  

L’installazione artistica omaggia, quindi, un tipo di cultura caratteristica per queste zone del mantovano ovvero i Prati stabili, amplificando il tema della non aratura che conferisce eccezionalità e unicità.

Durante la manifestazione ci sarà la possibilità, per i visitatori, di portarsi a casa un po’ di fieno per respirare un po’ il frutto dei Prati Stabili.

Nel corso dell’intera giornata, a partire dalle ore 9, sarà possibile visitare un’esposizione di opere di Land Art, create in loco da una quindicina di artisti provenienti dal mantovano e dalle province limitrofe, con la curatela di Carlo Moretti.

Come consuetudine per questa tipologia di forma d’arte, le opere saranno realizzate usando quanto Madre Terra mette a disposizione, con un intervento diretto dell’operatore nella natura e sulla natura. Saranno presenti anche alcune classi del locale Istituto Comprensivo, che nel corso dell’anno scolastico hanno realizzato “nuovi” oggetti, a partire da materiale di scarto, oltre al perfomer Luca Zanichelli, per la prima volta a Marmirolo con i suoi “pollicini”.

Alle 11:00 del mattino si terrà il laboratorio “ArcheoLanArt”, curato da Chiara Gradella del Parco Archeologico del Forcello di Bagnolo San Vito e rivolto a bambini dagli 8 ai 13 anni, prevedere l’utilizzo della lana, per la produzione di scacciapensieri, amuleti e braccialetti alla maniera degli antenati preistorici.

Alle 15:30 del pomeriggio sarà la volta di “Facciamo la differenza”. Aperto a tutte le età e promosso dal gruppo Arte creativa di Marmirolo, è dedicato alla manualità e al riciclo. I partecipanti avranno a che fare con la ceramica, il sapone, la carta e il disegno.

Tutti i laboratori sono gratuiti.

GB

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.