AFTER fa tappa allo SMART LIFE FESTIVAL di MODENA: quattro appuntamenti per una giornata all’insegna dell’innovazione

Laboratorio per studenti, gaming e gender gap, comunità di innovatori locali che si ritrovano. Sono alcuni degli appuntamenti di After, la manifestazione promossa dalla Regione Emilia-Romagna e dedicata alla diffusione della cultura digitale e alla promozione a livello regionale della comunità di innovatori locali.

Quest’anno After sarà itinerante e verrà ospitato nel corso di altri eventi organizzati a livello regionale, che si occupano di temi vicini alle sfide della Data Valley Bene Comune.

Il primo appuntamento è allo Smart Life Festival a Modena, organizzato dal Comune dal 29 settembre al 2 ottobre: una kermesse che si pone l’obiettivo di raccontare e far sperimentare ai visitatori l’impatto delle nuove tecnologie su ambiti diversi quali la cultura, la manifattura, la tutela e la promozione dell’ambiente, oltre naturalmente alle competenze digitali.

“Torna After e quest’anno è un ritorno particolare, perché itinerante. Parliamo di un’occasione per far conoscere non solo la cultura digitale e le azioni messe in campo per diffonderla sempre più sul territorio, ma anche i progetti più all’avanguardia delle nostre comunità di innovatori locali- ricorda  l’assessora regionale alla Scuola e all’Agenda digitale, Paola Salomoni-. Tanti gli appuntamenti in cui, finalmente in presenza, gli esperti si confronteranno, anche con il coinvolgimento del pubblico e in particolare dei giovani: una kermesse aperta a tutti e che tocca non solo tanti ambiti della vita quotidiana delle persone, ma anche dei settori nei quali la Regione continua a puntare e a investire, dall’intelligenza artificiale alla scienza dei dati”.

Il programma

Appuntamento dunque venerdì 30 settembre, giorno in cui lo Smart Life Festival ospita quattro eventi di After organizzati dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con la rete dei Clust-ER, ART-ER Scpa, Lepida Scpa.

  • CitizER Science in action: Citizen Science e Gaming per la divulgazione culturale e turistica Laboratorio per gli studenti delle scuole superiori, ore 10:00-12:00 presso il Laboratorio Aperto di Modena – vicolo Buon Pastore 43 – Modena;
  • Women in Tech, Un gioco da ragazze. Che genere di videogiochi? Potenzialità e riflessioni sul mondo del gaming, ore 15:00-17:00 presso il Laboratorio Aperto di Modena – vicolo Buon Pastore 43 – Modena;
  • Assemblea Annuale delle Comunità Tematiche “Collaborative e innovative: Incontro al Futuro – Incontro annuale aperto delle Comunità Tematiche della Regione Emilia-Romagna”, ore 9:30-14:00, presso Fondazione Universitaria Marco Biagi di Modena, Largo Marco Biagi 10. – Modena;
  • Incontro dei Cluster Regionali “Digital Skills: booster per la competitività aziendale ”, ore 15:00-16:30 presso il Teatro San Carlo – presso Fondazione Collegio San Carlo, Via S. Carlo, 5, Modena.

Oltre agli incontri, sempre venerdì 30 settembre sarà possibile visitare l’Expo Area dedicata alle aziende dei cluster regionali, che porteranno alcune delle loro innovazioni al Festival nello spazio del Cortile della Fondazione Collegio San Carlo.

Infine, dal 29 settembre al 2 ottobre presso la Cappella del Collegio, il pubblico potrà vedere l’installazione artistica di Quayola “Pointillisme”, realizzata con il contributo di Regione Emilia-Romagna e che propone nuove pitture paesaggistiche create dalle macchine.

Ulteriori informazioni sugli eventi sono disponibili sul sito https://www.afterfestival.it/

Quattro gli eventi di After ospitati il 30 settembre allo Smart Life Festival di Modena

Si comincia alle 9.30 (Fondazione Universitaria Marco Biagi di Modena – largo Marco Biagi, 10) con l’assemblea annuale delle Comunità Tematiche “Collaborative e innovative: Incontro al Futuro”. Tornano ad incontrarsi in presenza gli Enti e le Organizzazioni regionali per ragionare insieme su percorsi innovativi volti a declinare al futuro i propri obiettivi e il modello organizzativo che le contraddistingue. All’assemblea partecipano Andrea Orlando, capo di Gabinetto della Presidenza della Giunta della Regione Emilia-Romagna, Paola Salomoni, assessora regionale alla scuola, università, ricerca, agenda digitale della Regione Emilia-Romagna, Anna Chiara Scapolan, professoressa associata Dipartimento di Comunicazione ed Economia Unimore, Idelfo Borgo, direttore ICT e Agenda Digitale della Regione del Veneto, Carlo Falcinelli, dirigente presso Punto Zero Scarl (già Umbria Digitale).

Modera Dimitri Tartari, coordinatore Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna. Registrazione obbligatoria: https://forms.gle/uvfwvsmrBioxXq4WA

Alle ore 10 tocca a CitizER Science in action: Citizen Science e Gaming per la divulgazione culturale e turistica, incontro dedicato gli studenti delle scuole superiori presso il Laboratorio Aperto di Modena (vicolo Buon Pastore, 43). In particolare, il laboratorio vedrà il coinvolgimento di studentesse e studenti di una classe quarta dell’I.T.E.S “J. Barozzi” di Modena per aumentare la consapevolezza dei partecipanti sull’importanza di collaborare ad attività di citizen science per la promozione del territorio locale. Il laboratorio sarà tenuto dalla prof.ssa Catia Prandi, Ricercatrice Senior (RTD B) del Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria, Università di Bologna.

Nel pomeriggio, altri due appuntamenti entrambi a partire dalle ore 15. Il Laboratorio Aperto di Modena ospita “Che genere di videogiochi? Potenzialità e riflessioni sul mondo del gaming”, nell’ambito di Women in Tech. Un gioco da ragazze. Un incontro animato da attività di facilitazione visuale e sondaggi live, a cui il pubblico in sala e da casa sarà invitato a partecipare, per riflettere e trovare nuovi spunti di dialogo sulle potenzialità e i rischi del mondo del gaming. L’appuntamento fa parte del secondo ciclo di eventi “Women in Tech”, organizzati da Regione Emilia-Romagna nell’ambito di ‘Donne e Digitale di Data Valley Bene Comune, l’Agenda Digitale 2020-2025’, e in collaborazione con la Rete dei Laboratori aperti dell’Emilia-Romagna. Una serie di seminari online e in presenza sui gap digitali che penalizzano le donne. Intervengono Viola Nicolucci, psicologa psicoterapeuta, Valentina Paternoster, Internal Communication Consultant | Learning Experience Designer I Engagement & Caring Lead presso OpenKnowledge. Modera Barbara Leda Kenny.

Per iscrizioni: https://www.eventbrite.com/e/women-in-tech-modena-after-festival-tickets-420662020427

Invece i Cluster Regionali “Digital Skills: booster per la competitività aziendale ” si riuniscono al Teatro San Carlo (via S. Carlo, 5) per approfondire il tema delle digital skills nell’ecosistema regionale dell’innovazione: quali competenze e profili professionali ricercano le imprese dell’Emilia-Romagna? Come possono queste competenze diventare acceleratori della competitività delle aziende? Intervengono Lara Porciatti, project Manager ART-ER Attrattività Ricerca Territorio, Claudio Buda, business manager Showtime! by Mango Mobile Agency e membro del Consiglio Direttivo del Distretto Informatico Romagnolo, Francesco Buzzoni, innovation manager di IFOA, Lara Oliveti, co-founder, partner and CEO di Melazeta, delegata Filiera Digital e membro del Consiglio Generale Confindustria Emilia. Modera Elisabetta Bracci, manager Clust-ER Innovate della Regione Emilia-Romagna.

Per iscriversi: https://www.eventbrite.com/e/incontro-cluster-regionali-festival-after-tickets-425022572957

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.