I giovani si raccontano con “Sign of the times”. La nuova edizione del progetto affianca ai laboratori creativi una web radio

Dopo il successo della prima edizione, “Sign of the Times” torna e rilancia con nuovi laboratori per dare voce alle istanze creative dei giovani.

Nella foto: l’assessore del Comune di Mantova Alessandra RiccadonnaLorenzo Cattalani di Alce Nero, l’artista Vincenzo FasanoStefano Rubini di Pantacon e Saro Torreggiani di Strongvilla

Ideato dal consorzio di cooperative culturali Pantacon, in partenariato con il Comune di Mantova e l’associazione di promozione sociale Strong Basement, il progetto si configura come un percorso di ricerca e creazione artistica che parte dall’osservazione dei “segni” della città, graffiti antichi e contemporanei, iscrizioni e decorazioni che “segnano” i muri e le vie della città.

L’obiettivo è di coinvolgere gli studenti delle scuole secondarie della città di Mantova, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, per la produzione di opere di street-art che parlino di tematiche care ai ragazzi e legate alla loro visione del presente. Si vuole in questo modo sensibilizzare i giovani ad osservare la città con uno sguardo attento ad identificarne i segni urbani, come le scritte spontanee sui muri, le iscrizioni medievali, le opere di street art e altro ancora. Ne deriveranno “segni” prodotti dai ragazzi stessi sotto lo stimolo e la supervisione di artisti e operatori culturali, in forma di pitture e graffiti su pannelli.

Nel cortile della Biblioteca Baratta è possibile vedere i lavori realizzati nella precedente edizione di “Sign of the Times”: quattro pannelli sviluppati con diverse tecniche artistiche da studenti provenienti da due classi terze indirizzo grafico del Liceo artistico Giulio Romano e da due gruppi misti delle classi terze e quarte delLiceo Scientifico Belfiore. Attraverso queste opere d’arte collettive i ragazzi hanno voluto lanciare messaggi in relazione alle tematiche che stanno loro a cuore: dall’identità di genere al cambiamento climatico.

Novità per l’anno scolastico 2022/2023 sarà l’organizzazione nei locali del Creative Lab di una web radio, a cura di Strong Basement.

L’emittente sarà condotta e promossa con il coinvolgimento diretto dei giovani, perché diventi fucina di idee, interessi e approfondimenti, ma anche spazio in cui si condividono e si acquisiscono competenze attraverso lo scambio con professionisti esperti che affiancheranno i ragazzi. Alla consolle della web radio potranno partecipare non solo gli alunni dell’alternanza scuola-lavoro, ma anche giovani dai 16 ai 25 anni che desiderino cimentarsi con tutto ciò che ruota attorno alla messa in onda di un’emittente online, dalla fonica alla creazione di contenuti, dallo speakeraggio alla grafica alla promozione sui social media. Questa apertura è il “segno” del desiderio di Pantacon e dell’Assessorato alle Politiche Giovanili di dare a quanti più giovani la possibilità di vivere in modo diverso, stimolante, arricchente gli spazi della città.

Il progetto, che si configura come azione di alternanza scuola lavoro, è stato ideato dal consorzio di cooperative Pantacon in partenariato con Strong Basement APS e il Comune di Mantova, Assessorato alle Politiche Giovanili, realizzato grazie al contributo del bando Giovani SMART di Regione Lombardia ed in collaborazione con “Giovani CO-protagonisti” promosso dalla Rete PCTO/Alternanza provinciale.

“L’obiettivo è quello di promuovere azioni di contrasto ai fenomeni di disagio giovanile – ha detto l’assessore del Comune di Mantova Alessandra Riccadonna durante la conferenza stampa che si è tenuta in Sala Consiliare il 24 ottobre –, mediante, appunto, l’organizzazione di attività che promuovano la socialità e l’inclusione sociale. Riteniamo essere di grandissima importanza la promozione di iniziative di questo tipo, specialmente in un periodo di incertezza come questo che, soprattutto a causa della situazione pandemica, ha avuto ripercussioni sui nostri giovani in termini di disagio sociale, relazionale e di opportunità economiche e lavorative”.

Il progetto Ritmo! è stato presentato da Lorenzo Cattalani di Alce Nero. Presente anche l’artista Vincenzo Fasano che curerà il reading musicale “Padre Terra”.

Il progetto Sign of the times è stato presentato da Stefano Rubini di Pantacon. Presente anche Saro Torreggiani di Strongvilla.

PROGETTO RITMO!

Il progetto è finanziato da Regione Lombardia all’interno del Bando Giovani Smart con capofila cooperativa Alce Nero. Il gruppo di partenariato, con il quale si realizzerà il progetto, è composto da Associazione Strong Basement APS, Scuola Senza Frontiere OdV “Sandro Saccani” Mantova, Associazione Colibrì e Comune di Mantova.

L’analisi del contesto territoriale mostra una sempre più̀ crescente emergenza socioeconomica, che negli ultimi anni è stata aggravata dalla pandemia. L’incertezza introdotta dell’emergenza sanitaria, ci obbliga a ripensare servizi e spazi che prima del Covid potevano essere considerati in linea con i bisogni dei ragazzi. Ritmo! proporrà̀ una serie di eventi artistici multimediali che si svolgeranno in luoghi deputati e atipici nella città di Mantova: scuole, teatri, parchi, centri aggregativi, locali, aziende, ecc. Tali eventi prevederanno la sinergia tra più̀ artisti ed esperti del settore, ognuno con un proprio target di età̀ di riferimento, dal cantautore al musicista hip hop e nella realizzazione verranno coinvolti i ragazzi che avranno partecipato a laboratori di produzione artistica (Dj, music producer, ecc..). La realizzazione degli eventi sarà̀ la sintesi delle esperienze formative e laboratoriali avvenute nel periodo precedente presso le sedi operative del progetto. I laboratori saranno realizzati da esperti del settore e sarà̀ inoltre attivata, un’azione di promozione del protagonismo e della responsabilizzazione dei giovani: in particolare saranno realizzati dei processi partecipativi, che consentiranno ai ragazzi/e coinvolti di collaborare tra loro e prendere parte a processi decisionali condivisi, entrando in dialogo con le istituzioni.

Il progetto di durata annuale prevede una forte sinergia tra i partner del progetto per la realizzazione di tre azioni principali:

  • I LABORATORI CREATIVI: Creazione ed organizzazione di laboratori multimediali multidisciplinari finalizzati all’apprendimento di nozioni tecniche di base del mondo digitale audio e video. I corsi saranno gratuiti e ad iscrizione libera, con particolare attenzione per tutte le situazioni segnalate dai Servizi Sociali o intercettate dalle progettazioni di Educativa di Strada presenti a Mantova e prima cintura dei Comuni confinanti.
    • Al centro delle attività laboratoriale sarà la creazione e gestione di contenuti audio/video per una Web Radio/Redazione digitale. L’attività̀ di creazione ed elaborazione del materiale necessario alla Web Radio/Redazione digitale sarà̀ lo stimolo per la realizzazione dei seguenti laboratori: Mix e produzione audio, fonico di presa diretta, video making, story telling per il mondo web, utilizzo consapevole ed efficace delle piattaforme social (Instragram, Tik Tok ecc…)
  • I MICROEVENTI: Le esperienze e le nozioni apprese dai ragazzi e le ragazze all’interno dei percorsi laboratoriali troveranno una sintesi ed un ulteriore sviluppo pratico nella realizzazione di eventi, elencati di seguito, pensati da giovani e promossi dagli stessi ai pari età. Gli eventi saranno l’occasione per sperimentare i processi organizzativi che stanno alla base della promozione artistica e culturale di una città, un mettersi alla prova come promotori e responsabili di attività aperte alla comunità locale. L’evento non sarà l’unico scopo dell’attività, ma funzionerà come catalizzatore di crescita e auto valutazione delle proprie capacità individuali e collettive all’interno di un gruppo di lavoro. Tutti i processi saranno seguiti e accompagnati da esperti di Strong Basement ed educatori professionali di Alce

Alcuni degli eventi previsti:

  • Dove si Balla party, evento “Cultura + Intrattenimento” dedicato ai ragazzi/e di Mantova.
    • Padre Terra, spettacolo di musica e reading di e con Vincenzo Fasano.
    • “Rap My City”, evento dedicato alla cultura Urban in cui si incontrano momenti di esibizione, contest e workshop.
  • AGGREGAZIONE E ASSOCIAZIONISMO: Verrà aperto uno spazio d’aggregazione libero all’interno dell’Associazione Colibrì di Mantova, luogo in cui transitano diverse esperienze associative significative per il tessuto sociale locale. Lo spazio sarà cogestito da ragazzi e ragazze incollaborazione con Educatori professionali impegnati nelle attività di rete e di Educativa di strada promosse all’interno della città di Mantova. Lo spazio aggregativo non sarà solamente un luogo fisico, ma l’occasione di promozione di politiche giovanili attive promosse dagli stessi ragazzi e ragazze della città di Mantova, una promozione dell’attivismo e dell’impegno giovanile. 

Con il progetto RITMO! si desiderano realizzare i seguenti obiettivi:

  • Intercettare, agganciare e coinvolgere i destinatari.
  • Rendere attrattivi gli spazi di aggregazione formali e informali.
    Coinvolgere i giovani in azioni di protagonismo civico e favorire il dialogo con il mondo adulto.
  • Fornire strumenti e conoscenze di base per l’utilizzo delle nuove tecnologie di produzione e comunicazione audio e video.
  • Fornire strumenti per un utilizzo consapevole e proattivo dei social network.
  • Diffondere il modello “cultura + intrattenimento” durante l’organizzazione degli eventi in cui dibattiti su temi d’interesse per i giovani, workshop di formazione, attività̀ di sensibilizzazione sono integrati negli spazi e nei momenti di intrattenimento dei giovani.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.