Novità di Armando Editore in libreria: Pier Paolo Pasolini, Il Dizionario delle nevrosi, Abbecedario dell’educazione emozionale, Ricostruire persone

Ecco le novità di Armando editore in libreria dal 4 novembre 2022: Pier Paolo Pasolini. Il coraggio di essere se stessi di Maria Laura Chiaregatti con prefazione di Dacia Maraini – Il Dizionario delle nevrosi, di Giacomo Gatti – Abbecedario ribelle per un’educazione emozionale, di Alessandra Sartorio e Riscostruire persone. Prove tecniche di resistenza di Eleonora Pochi.

Maria Laura Chiaretti, Pier Paolo Pasolini. Il coraggio di essere se stessi

Prefazione di Dacia Maraini

Pasolini ha fatto della sua vita l’esempio per chi resta, ricordando come dalla straordinaria esperienza dell’incontro con l’Altro possa nascere un nuovo sentimento per il mondo. Si è servito delle varie arti caricandole di un forte messaggio pedagogico volto alla coscientizzazione ed emancipazione del sentimento di cittadinanza autenticamente democratica e inclusiva. La paideia pasoliniana ci orienta verso la possibilità di educare e ri-educare rispettando l’unicità e il paesaggio emotivo di ognuno, vivendo il valore dell’alterità come costola propria della natura umana.

MARIA LAURA CHIARETTI è laureata in Scienze della Formazione e del Servizio Sociale e in Scienze della Formazione Primaria, conclude la propria carriera accademica con la Laurea di Specializzazione in Linguistica Moderna. Oggi è docente di scuola.

Giacomo Gatti, Dizionario delle nevrosi… e non solo per comprendere e anche un po’ curare il “MALE OSCURO”

Il volume nasce dall’intento dell’autore di fornire una sufficiente conoscenza, seppure attraverso la forma di un dizionario, di quelle particolari e non poco comuni sofferenze, spesso affliggenti il vivere quotidiano delle persone, definite ab antiquo, nevrosi, terminologia a tutt’oggi sostanzialmente, ancora valida. Esso vuole essere soprattutto rivolto alla attenzione dei pazienti e dei loro curanti, oltre che a quanti volessero approfondire tale argomento, e tutto ciò ove si consideri il fatto che spesso i medici di base rappresentano il primo “approdo” di ascolto di queste, spesso ostinate, sofferenze. Nel testo la disamina psicogenetica di tali problematiche è sostanzialmente affidata alla riflessione psicoanalitica, oltre che ad altri significativi indirizzi, quale quello cognitivo comportamentale.

GIACOMO GATTI, specialista in Psichiatria e psicoanalista, esercita la sua attività libero professionale a Roma, dove vive, e in Abruzzo, sua terra di origine. È analista didatta nell’Istituto di Psicoterapia Psicoanalitica “Levi-Bianchini- Sergio De Risio” dell’Associazione Psicoanalitica Abruzzese (APA) di Chieti. Ha svolto anche, a suo tempo, la sua attività professionale in tutti i servizi componenti il Dipartimento di Salute Mentale, anche assumendo funzioni direttive. Ha redatto le linee guida necessarie per la realizzazione di un Dipartimento per le Tossicodipendenze, nel periodo di direzione del SerT di Roma-Centro. È stato per molti anni: docente di “Psichiatria di Riabilitazione” presso la Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell’Istituto di Psichiatria della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti; docente a contratto di “Psichiatria Dinamica” e “Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni Sociali” nel corso di laurea in “Tecniche della Riabilitazione Psichiatrica” presso l’Istituto di Psichiatria e Psicologia Clinica della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Policlinico “Agostino Gemelli” di Roma. La sua produzione scientifica riguarda soprattutto la propria esperienza clinica nell’ambito delle psicosi e dei disturbi di personalità. Ha pubblicato, nelle nostre edizioni, il volume Il ruolo della psichiatria dinamica e della psicoterapia nella riabilitazione psichiatrica (2020).

Alessandra Sartorio

Abbecedario ribelle per un’educazione emozionale

Un libro che coniuga la narrazione di un anno di scuola in una prima elementare, con la trattazione e l’analisi di questioni e tesi concernenti la pedagogia, i protagonisti della sua storia e le nuove scoperte delle neuroscienze. I destinatari sono insegnanti, educatori, genitori, ma anche un più vasto pubblico interessato ai temi della formazione e dell’educazione, che ne ravvisa problematiche e criticità. L’intento è quello di indurre il lettore a interrogarsi sulle proprie modalità educative, offrendo testimonianza di un’esperienza vissuta in una scuola pubblica, da cui trarre spunti di riflessione.

ALESSANDRA SARTORIO è docente di ruolo nella scuola primaria dal 1983, inizia con le attività integrative, poi continua come insegnante unica. Fa esperienza con i moduli e con il tempo pieno, e infine si specializza come docente di francese e inglese, sperimentando nuovi approcci metodologici nella scuola dell’infanzia e in quella primaria. Ha insegnato per 9 anni Italiano L2 in alcune scuole primarie di Parigi dove ha iniziato ad animare un dibattito sull’educazione, consapevole dell’importanza per studenti e docenti di alcuni temi come la costruzione della conoscenza e i diversi stili di apprendimento. Ha esperienza di insegnamento ad adulti stranieri, studenti universitari e tirocinanti di scienze della formazione, nonché in attività di tutoraggio di colleghi in vari programmi di Life Long Learning, in Italia, in Inghilterra e in Francia. Attualmente sta lavorando a un dottorato di ricerca presso l’Università di Paris Nanterre. Formatrice con un’esperienza trentennale nel campo pedagogico e della glottodidattica, si dedica da tempo alla ricerca per l’innovazione pedagogica fondata sulla maieutica e la metacognizione. Ha sperimentato diversi approcci e strategie metodologiche che ha raccolto in questo libro.

Eleonora Pochi

Il fulcro di questo libro è rappresentato da oltre dieci anni di dialogo autentico con tante persone che hanno sperimentato traumi, sofferenza, oppressione. Da ciò è scaturito un costante e travagliato lavoro catartico dell’autrice, per offrire al lettore essenziali riflessioni e strumenti per resistere, ricostruirsi.

ELEONORA POCHI è assistente sociale specialista e professional coach. Ha svolto varie missioni in contesti di guerra e da oltre dieci anni lavora per con i più fragili.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.