Il Comune di Mantova ha autorizzato la collocazione di sei pietre d’inciampo intitolate a don Costante Berselli, Spartaco Spaggiari, Franco Finetti, Luigi Boselli, Giovanni Ferraiolo e Aldo Rossi

La Giunta Palazzi mercoledì 2 novembre ha approvato la collocazione di sei pietre d’inciampo intitolate a don Costante Berselli, Spartaco Spaggiari, Franco Finetti, Luigi Boselli, Giovanni Ferraiolo e Aldo Rossi.

Le pietre saranno collocate in prossimità della chiesa dei santi Gervasio e Protasio, all’angolo tra via Trento e via Porto.

La proposta è stata fatta da don Giovanni Telò, da Dino Perboni e da Giuliano Cantoni.

L’intenzione è di ricordare queste figure che si sono spese con grande rischio e sacrificio nella lotta contro il nazifascismo, nello specifico con l’installazione di una radio clandestina collocata nella canonica della chiesa di San Gervasio e Protasio, un’azione che ha comportato il loro internamento nei campi di concentramento.

Le pietre d’inciampo servono per promuove e tenere viva la memoria della lotta contro le dittature naziste e fasciste e dei loro crimini, come l’internamento degli ebrei e degli oppositori politici nei campi di concentramento.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.