CICLOVIA MANTOVA – PESCHIERA, CONCLUSA LA RIQUALIFICAZIONE DEL TRATTO TRA BOSCO FONTANA E MARMIROLO

Conclusi i lavori di riqualificazione della Ciclovia Mantova Peschiera in corrispondenza del tratto Bosco Fontana – Marmirolo. Gli interventi riguardano il miglioramento della viabilità, la messa in sicurezza di tratti vicini ai corsi d’acqua e i ripristini della pavimentazione stradale.

Alle 16:30 di venerdì 11 novembre, sopralluogo del Presidente della Provincia Carlo Bottani e del Sindaco Paolo Galeotti.

In particolare:

  1. Riqualificazione della viabilità contigua al sottopasso ciclopedonale adiacente alla strada comunale per Soave.

L’intervento è stato finalizzato alla risoluzione delle criticità emerse in corrispondenza della connessione della rampa del sottopasso ciclopedonale alla ex SS 236, posto in prossimità del limite sud-ovest del centro abitato di Marmirolo, e lo stradello ciclopedonale soggetto al transito degli autoveicoli autorizzati, compreso nel sistema ciclabile Mantova-Peschiera, corrente a margine del canale “Fossa Paloni”. I ciclisti provenienti dal sottopasso non avevano una adeguata percezione dei veicoli (mezzi agricoli di massa elevata e velocipedi veloci) che sopraggiungono lungo lo stradello, a causa della ridotta ampiezza dell’angolo di immissione, e per la presenza del parapetto metallico che ostacolava la visuale. Inoltre lo stradello presentava un restringimento in corrispondenza dell’immissione che non permetteva il transito in sicurezza dei mezzi agricoli.

É stata realizzata una variante dello stradello che aggira la rampa del sottopasso lungo il lato opposto a quello in cui insiste lo stradello attuale e il canale. Per consentire il passaggio dello stradello in adiacenza alla ex SS 236 è stato necessario realizzare un tratto di soletta in cemento armato al di sopra del manufatto attuale a U di contenimento della rampa che prolunga l’attuale soletta dello scatolare sottopassante. È stato realizzato anche un tratto di cordolo/muretto, posto in parte a margine della soletta, e in parte in corrispondenza del muro attuale, con sovrapposto parapetto metallico a maglia fitta, avente funzione di:

· contenimento di eventuali veicoli in svio a velocità comunque ridotta

· deviazione delle acque meteoriche

· schermatura nei confronti di eventuali oggetti o materiali correlati al passaggio dei mezzi che potrebbero cadere nella rampa sottostante con conseguente grave rischio per gli utenti. Sono state previste modalità esecutive tali da minimizzare l’interruzione del transito lungo il sottopasso, attraverso l’utilizzo di elementi prefabbricati. É stata incrementata l’illuminazione, aggiungendo un punto luce su palo al fine di migliorare la visibilità nelle ore serali in corrispondenza alla nuova zona di connessione tra le 2 ciclabili.

  • 2. Nell’ambito dell’Intervento di manutenzione straordinaria, grazie a fondi ministeriali, sono stati eseguiti gli interventi di ripristino della pavimentazione per una lunghezza di circa 430 metri. Il piano viabile presentava infatti fessure e crepe profonde attribuite alle sollecitazioni indotte dal passaggio degli automezzi agricoli autorizzati a transitare lungo la pista ciclopedonale. Il ripristino è consistito nel rifacimento dello strato di usura; nell’ambito dello stesso progetto sono state posate staccionata in corten nel tratto compreso tra Bosco Fontana e il sottopasso adiacente a strada comunale per Soave per una lunghezza complessiva di circa 390 m. Strada Campagnolo, è stata oggetto di ripristino attraverso un intervento di adeguamento strutturale con trattamento in doppio strato, effettuato previa risagomatura del piano viabile e stesa di uno strato di conglomerato bituminoso per uno spessore di 5 cm.

(foto PT)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.