Eventi con gli autori di OLIGO EDITORE: FRISOLI e BORROMETI a MANTOVA, TAWFIK a PARMA

A quarant’anni dal celebre “Campion del mondo” Cesare Borrometi – Pino Frìsoli Massimo De Luca nella telecronaca della finale Italia-Germania (Spagna 1982)

Sabato 21 gennaio 2023, alle ore 18.00, Pino Frisoli e Cesare Borrometi presenteranno il volume da loro curato “Al limite del ricordare” di Nando Martellini presso la Biblioteca Mediateca Gino Baratta di Mantova, nella Sala delle Colonne, per la rassegna “A tutto sport”.

A moderare l’incontro il giornalista Giulio Giovannoni. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Mantova, con il CONI Comitato Regionale Lombardia e Fare Cultura nell’ambito del progetto “I 6 gradi della lettura”.

Un’antologia degli scritti più significativi del grande e mai dimenticato giornalista sportivo, curata dagli storici della TV Cesare Borrometi e Pino Frìsoli, arricchita da nuovi saggi sulla vita e l’opera di Martellini: il risultato è a metà tra un viaggio a bordo di un’ideale “macchina del tempo” e una sorta di “ intervista impossibile”. Un omaggio al grande e indimenticabile commentatore della RAI.

La vita e gli scritti del grande commentatore RAI a quarant’anni dall’indimenticabile finale Italia-Germania.

CESARE BORROMETI (Noto di Siracusa, 1968) vive a Torino dal 2006. Laureato in Lettere Moderne, si è sempre occupato della storia della TV nostrana, vivendo “un quarto d’ora” di popolarità vincendo 17 puntate del telequiz Sarabanda nel 1998. Giornalista pubblicista, da molti anni collabora con svariate testate e programmi radio, scrivendo prevalentemente di cultura e spettacolo. Ha pubblicato Lunario dei giorni di Tele (Firenze Libri, 2012) e Blog Sessantasette (La Città del Sole Edizioni, 2019).

PINO FRÌSOLI (Milano, 1969) è laureato in Scienze Politiche. Giornalista in attivo alla RAI, è “documentatore” per i programmi sportivi e si occupa delle rubriche televisive RAI Sport Memories Perle di sport. Ha pubblicato Sport in TV (con Massimo De Luca, RAI ERI, 2010) e Rischiatutto (con Eddy Anselmi, RAI ERI, 2016). Nel 2019 ha partecipato al libro Serie A: un viaggio lungo 90 anni (allegato a “La Gazzetta dello Sport”.

Presentazione del libro La sponda oltre l’inferno, Parma

Giovedì 26 gennaio 2023, alle ore 17.30, l’autore Younis Tawfik presenterà il suo nuovo romanzo “La sponda oltre l’inferno” a Parma, presso la sala Giovanna dell’ex Monastero di San Paolo. L’incontro, aperto a tutti, è organizzato dall’Associazione Culturale Voglia Di Leggere Ines Martorano nell’ambito del progetto “Un libro tira l’altro” e gode del patrocinio del Comune di Parma.

Quante vite si perderanno ancora nel Mediterraneo? E cosa sarà dei migranti giunti sulla sponda oltre l’inferno? In questo nuovo avvincente romanzo Younis Tawfik, iracheno di nascita e tra i maggiori esperti di Medio Oriente in Italia, pone al lettore queste e tante altre domande. E lo fa attraverso cinque destini, cinque vite di superstiti di un naufragio al largo della Libia che si incontrano seduti in cerchio sotto la luna di Lampedusa. I protagonisti, quattro uomini e una donna provenienti da diversi paesi dell’Africa, si sono conosciuti in un centro di detenzione alle porte di Tripoli, ultima tappa dei micidiali viaggi della salvezza. Insieme hanno rischiato di morire per mano di crudeli carcerieri, sotto i colpi della fame, il dilagare delle malattie e, infine, fra le onde del Mediterraneo. Un racconto polifonico, umanissimo e straziante, dove la reciproca testimonianza diventa catarsi e restituisce a uomini e donne feriti la loro dimensione di esseri umani.

Younis Tawfik è nato a Mosul, in Iraq. Nel 1979 si trasferisce a Torino dove nel 1986 si laurea in Lettere, per poi dedicarsi alla divulgazione della letteratura araba (traducendo autori quali Gibran) e collaborare come opinionista a testate come “Repubblica”, “Il Mattino” e “Il Messaggero”. Attualmente presiede il Centro culturale italo-arabo di Torino “Dar al-Hikma” ed è membro della Consulta islamica in Italia. Ha pubblicato libri di poesia e vari saggi e romanzi, soprattutto per Bompiani, tra cui ricordiamo L’Iraq di Saddam (2003), Il Profugo (2006), La sposa ripudiata (2011) e La straniera, vincitore del Premio Grinzane Cavour, pubblicato nel 2000 e riproposto nel 2021. Da questo libro nel 2009 è stato tratto l’omonimo film con la regia di Marco Turco.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.