SPECIALE LIBRO E STAMPE NONA EDIZIONE IL 15 E 16 FEBBRAIO A CESENA FIERA

mostra mercato del libro.JPG

C’era una volta… il libro è lo speciale di C’era una volta… Antiquariato, dedicato alle stampe d’epoca e ai libri antichi, rari e d’occasione che si terrà il 15 e 16 febbraio dalle ore 9:00 alle 18:30 a CESENA FIERA.

Saranno circa 80 gli espositori italiani ed esteri attesi per la nona edizione della kermesse che proporranno nei loro stand libri di varie epoche e di pregio, preziosi incunaboli fino al libro usato o a quello d’arte e da collezione del ‘900, cartografie e stampe ingiallite dal tempo. Continua a leggere

GARDONE – VITTORIALE: PIERO GAULI “100 DISEGNI ROSSI PER GABRIELE D’ANNUNZIO”. Mostra a cura della Gallerista ARIANNA SARTORI

Arianna Sartori titolare dell’omonima Galleria d’Arte di Mantova ha inaugurato, sabato 19 settembre 2019, presso il Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera la mostra dal titolo “100 DISEGNI ROSSI PER GABRIELE D’ANNUNZIO”. Si tratta di 100 disegni originali eseguiti dell’artista milanese Piero Gauli (1916-2012) facenti parte della collezione privata di Adalberto Sartori.

Il momento del taglo del nastro

Da destra il presidente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri e la gallerista Arianna Sartori mentre taglia il nastro con le forbici personali di Gabriele D’Annunzio

L’esposizione, curata da Arianna Sartori e voluta dal presidente del Vittoriale, Giordano Bruno Guerri, in occasione del centenario di Fiume (1919-2019) è allestita a Villa Mirabella, un bellissimo fabbricato all’interno del parco e rimarrà aperta al pubblico fino al 30 marzo 2020. 

Sintesi del testo in Catalogo (in mostra): “… Dopo tanti anni ne volli riscattare il ricordo, lo sentivo doveroso come artista e come uomo, tra l’altro combattente. Ripresi così, dallo scaffale, i suoi libri li scorsi e ripassai rileggendo anche la sua “Voce”, sui dizionari e incominciai a lavorare; nascono così, centotrentasei disegni, alla biro (alcuni ritoccati) illustranti ed interpretanti la biografia, la poesia, la letteratura, le sue tragedie, le sue donne: Eleonora Duse, la Rudinì, Barbarella, la Bàccara e le gesta: Il discorso di Quarto, le missioni aeree su Trento, Trieste, Cattaro; le beffe di Vienna e Buccari, ribadite nella “Pace mutilata” che con rivendicazione guerriera, alla testa di volontari, il cappello alpino in testa, gli fa conquistare Fiume, e la ridarà all’Italia. E ai disegni seguiranno centonove tempere cm. 70×50 che testimonieranno il mio ‘colore’, un olio su tela cm. 100×120 che lo prospettano nel Sacrario del Vittoriale in una “lunghissima lettura” e ancora sottolineerò il suo “Fuoco” con questi cento disegni in “rosso” che mimetizzano il suo ardore…”

GB

 

Leggasi anche l’articolo —  https://mincioedintorni.com/2019/09/19/vittoriale-degli-italiani-piero-gauli-100-disegni-rossi-per-gabriele-dannunzio-mostra-a-cura-della-gallerista-arianna-sartori/

SAN BENEDETTO PO – I GUERRA MONDIALE: SOLDATI e CADUTI SAMBENEDETTINI RICORDATI IN UNA MOSTRA

Mostra I G.M. Natalino Cavalli 2018

Con la Grande Guerra i monumenti ai caduti cessarono di essere testimonianze anonime e su di essi iniziarono a comparire i nomi dei singoli soldati, nel tentativo generalizzato, anche se non esclusivo, di onorare ciascun morto in guerra non per delle gesta individuali, ma come parte di un progetto più “alto”: quello di rendere potente l’idea di patria quale simbolo di aggregazione sociale.

Cento anni fa venne sancita la fine della Grande Guerra, un conflitto che l’Italia dovette pagare con un terribile tributo di sangue, ma che al tempo stesso, diede al Paese un’identità di Stato unitario. Continua a leggere

MANTOVA – PALAZZO TE: TRA ARTE E COLLEZIONI

di G.Baratti

La Collezione Mesopotamica “Ugo Sissa”  è una collezione permanente che si può visitare a Palazzo Te e si trova nei piani superiori assieme ad altre collezioni appartenenti al palazzo stesso come ad esempio: la Collezione Numismatica costituita da 595 monete prodotte dalla Zecca di Mantova, la collezione di dipinti donati dagli eredi dell’editore di Ostiglia, Arnoldo Mondadori e la raccolta Egizia di 500 materiali archeologici “Giuseppe Acerbi”. Continua a leggere