REGGIO EMILIA – Matilde di Canossa rivive nel medio-metraggio di CortiAnimati

Matilde-braccia-aperte

di G.Baratti

A distanza di 900 anni dalla sua morte, rievocare una storia ancora oggi simbolo di eccellenza nazionale ed internazionale del nostro territorio.

Un’idea che dopo anni di tentativi si è rilevata realizzabile grazie a un gruppo di giovani creativi reggiani dello Studio CortiAnimati i quali, forti di un progetto finanziato dalla Regione e sostenuto dall’associazione Amici di Matilde di Canossa e del Castello di Bianello, hanno deciso di realizzare il primo medio-metraggio animato dedicato alla vita di Matilde.

Il deus ex machina nella realizzazione di “Matilde, una donna oltre il suo tempo” è stato il cartoonist  Pasquale Celano affiancato dalla sceneggiatrice Monica Fornaciari.

castello neve02

Il film d’animazione si avvale della consulenza storico-scientifica di Donatella Jagger Bedogni e di prestigiosi doppiatori che hanno prestato la propria voce ai vari personaggi come Leo Gullotta per Enrico IV, Franca Lumachi (già doppiatrice dei Simpson) per la Matilde anziana, Fabio Grossi  è la voce del consigliere di Enrico III, quella di Beatrice è affidata a Daniela di Giusto mentre quella de Il Barbuto è di Emanuele Vezzoli.

_MG_1736

Il filmato della durata di 40 minuti è volutamente stato realizzato in 2D, una scelta degli autori in controtendenza rispetto alla moda dei prodotti in tre dimensioni.

Nonostante molto sia stato già detto a livello storico e documentaristico – hanno voluto aggiungere i loro ideatori – noi vorremmo far scendere il personaggio nella nostra epoca, finalmente invaso da un’emozione buona e non necessariamente blasfema. Il rapporto difficile ed emozionale fra Matilde e Johan, l’uno che si ciba della figura dell’altra, con la consapevolezza di essere parte di un destino più grande, costituisce il motivo dominante di questa avvincente storia a cartoni animati. Gli altri personaggi, ognuno con una propria simbologia, rendono l’intrigo ancora più coinvolgente: la teatralità e l’irruenza di Enrico IV, ma anche la santità di Gregorio VII che a volte non è abbastanza vasta da dominare gli impulsi di uomo mortale. Inoltre, nel cartoon possiamo vedere Matilde vecchia, bambina, donna, regina. Perché il film vuole essere un excursus sulla sua lunga vita: volto spigoloso, occhi di ghiaccio, scrutatori, determinati, ma anche capaci di grandi malinconie. Enigmatica, solitaria, irrequieta. Strappata molto presto all’infanzia si troverà a dare anima e corpo ad una missione molto più grande di lei, per la sua sopravvivenza inizialmente, poi per un sentimento e infine per un ideale di vita e di giustizia.

Lo Studio CortiAnimati  ha la sua sede operativa in Reggio Emilia e si occupa della realizzazione di film d’animazione, fumetti e siti internet; vanta già collaborazioni con il programma Rai “La Melevisione“, con la Regione Emilia Romagna e con importanti aziende nazionali partecipando oltretutto a vari Festival in tutto il mondo.

Al fianco di Pasquale Celano, Art Director e Animatore della Grancontessa, collaborano Monica Fornaciari, Stefano Agnelli, Luca Giorgi, Giovanna Branduzzi e molti altri.

Cameo

Creatività e freschezza caratterizzano le loro produzioni ed illustrazioni, che vengono realizzate sia in CGI sia con tecniche miste o tradizionali quali acquerello e olio a seconda delle esigenze del cliente. Da sempre interessati alle tecniche classiche dell’animazione sono rimasti gli unici nel panorama italiano a portare avanti un prodotto come il lungometraggio.

Per l’acquisto del medio metraggio Matilde, una donna oltre il suo tempo, www.matildecontoon.com  oppure alla pagina Facebook https://www.facebook.com/matildeunadonnaoltreilsuotempo oppure per chi si trovasse a Bianello o Quattro Castella potrà rivolgersi al Castello di Matilde nel primo caso e all’edicola del paese nel secondo. Il costo, in entrambi i casi, è di 12 euro.

Info.: www.cortianimati.tvinfo@cortianimati.tv

Rispondi