MANTOVA – FESTIVALETTERATURA: EDIZIONI SOMETTI C’È con MARCO SGUAITZER

78-thumb di G.Baratti

Dal 9 al 13 settembre torna a Mantova il Festivaletteratura, la più grande kermesse letteraria italiana ed è la prima volta che un autore delle Edizioni Sometti è presente nel programma ufficiale degli eventi.

41Cm6Ff+AvL__SX370_BO1,204,203,200_

Si tratta di Marco Sguaitzer, l’autore di Senza Limite Alcuno che sarà ospite domenica 13 alle 17 della rassegna Accenti nella Tenda Sordello e a dialogare con lui Simonetta Agnello Hornby.

Senza Limite Alcuno, in una parola: SLA. Che a sua volta è l’acronimo di una grave patologia degenerativa, la Sclerosi Laterale Amiotrofica. A Marco Sguaitzer la “stronza” – come la chiamava Stefano Borgonovo – viene diagnosticata nel 2008 dopo una vita intensa fatta di sport, tanta amicizia, una costante e insaziabile curiosità del mondo e delle persone. Una sete di vita che non si estingue e che impregna le pagine di questo libro, scritto nel giro dell’ultimo anno: pensieri, ricordi, post pubblicati sul suo blog, racconti brevi e autobiografici che ci immergono lentamente nell’esistenza di Marco, un uomo che non ha alcuna intenzione di abbandonare la via della speranza. Senza Limite Alcuno non è infatti il racconto della malattia, e non è nemmeno un malinconico album dei ricordi: è piuttosto un manifesto per la vita, scritto da un abile narratore che ci parla dal suo cono d’ombra, che ci restituisce il suo mondo dipingendolo talvolta con colori forti e talora tenui, in costante equilibrio tra profondità e leggerezza.

A_come___agricol_55dc183d5e531Altro importante evento collaterale a Festivaletteratura è la presentazione di A – come … Agricoltura come , il nuovo libro di Giulia Bartalozzi e Matteo Bernardelli che in concomitanza di EXPO ci racconta lo straordinario mondo dell’agricoltura italiana. Appuntamento domenica 13 alle 11, libreria IBS di via Verdi.

Perchè un libro che parla di agricoltura? Lo dice il titolo stesso: A come Agricoltura. “La prima lettera, il principio. Parte tutto dall’agricoltura. Senza agricoltura non potremmo vivere. Le piante e l’allevamento ci danno cibo e ossigeno. Ma quanto ne sappiamo veramente di agricoltura? Non vogliamo credere alla favola che i bambini delle grandi città pensino che il latte venga prodotto sugli scaffali del supermercato, però forse è bene conoscere meglio un mondo fantastico come quello agricolo, che da sempre nutre il pianeta e tramanda importanti valori e tradizioni. Un mondo che occupa un posto di primo piano anche nella storia dell’arte, dai primi incisori rupestri ai grandi pittori impressionisti e contemporanei.Giulia Bartalozzi e Matteo Bernardelli ci accompagnano in un affascinante viaggio nella storia: un’opera divulgativa e di facile lettura anche per i più giovani che attraverso la terra, i campi, gli uliveti, i vigneti e le stalle ci porta dritti fino al cuore di Expo 2015. Perchè il futuro sarà, ancora una volta, dell’agricoltura”.

 

Rispondi