CASTEL GOFFREDO – PEGOGNAGA – VILLIMPENTA: 8 MARZO, GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

8 marzo 2016.jpg

di G.Baratti

La Giornata internazionale della Donna è un evento per ricordare le conquiste che le donne hanno ottenuto nel campo economico e per dire basta alle discriminazioni e le violenze che purtroppo vi sono ancora oggi. Essa venne istituita negli USA nel 1909 mentre in Europa e precisamente l’Italia iniziò a celebrarla per la prima volta nel 1922 e il suo simbolo è la mimosa che per la prima volta venne utilizzata nel 1946.

In alcune località della provincia di Mantova a partire da domenica 6 marzo sono stati organizzati eventi, incontri, letture in biblioteca, aperti a tutta la cittadinanza a partire da CASTEL GOFFREDO dove la Commissione Pari opportunità del Comune con il patrocinio dell’Assessorato alle politiche sociali e pari opportunità organizza per tale occasione due eventi – Domenica 6 marzo alle ore 17, presso la Galleria Bazzani, “E’ questo un paese per donne? Raccontiamo la nostra straordinaria normalità” in collaborazione con l’Associazione Pastorius e A.S.D. Tilt.

La scelta di Lea Lea Garofalo - la ribellione di una donna alla 'ndrangheta.jpg

Martedì 8 marzo alle 21, sempre alla Galleria Bazzani, incontro con la giornalista Marika Demaria, redattrice del mensile “Narcomafie” e referente di Libera Valle d’Aosta, presenterà il suo libro “La scelta di Lea. Lea Garofalo: la ribellione di una donna alla ‘ndrangheta“.

A PEGOGNAGA sabato 5 marzo dalle 16,30 Donna – Lavoro: ieri e oggi al Centro Culturale Livia Bottardi di Pegognaga.

La visione della donna lavoratrice durante la crisi, nel passato e oggi, incontro a cura della Commissione Pari Opportunità del Comune di Pegognaga.

Interverranno con le loro testimonianze Ornella Rossi, Silvana Stramieri e Antenorina Nogaretti le quali esporranno i dati “al femminile” della crisi nella provincia mantovana. Al termine proiezione del reportage Unite!

VILLIMPENTA organizza l’8 marzo Vieni in Biblioteca! presso la Biblioteca Gianni Rodari (Via Roma,56) per scoprire la  sua vetrina delle novità, perché il sapere e il conoscere sono la base da cui partire per fermare la violenza sulle donne e per affrontare in modo concreto e senza stereotipi questo grave problema. Per questo motivo verranno messi a disposizione molti libri e film che possono essere il giusto stimolo per far riflettere e per approfondire al meglio questa importante pagina della nostra storia.

Annunci

Rispondi