MANTOVA – RILEGGERE LA ROTONDA DI SAN LORENZO

di Mendes Biondo

EVENTO GRATUITO APERTO A TUTTI

I cittadini mantovani e i turisti amanti di architetture artistiche potranno gioire della presentazione, alla Rotonda di San Lorenzo, de “La Gradinata di Accesso al Tempio” Sabato 2 aprile a partire dalle ore 17.30. L’evento, volto a ripercorrere le tappe costitutive deLa costruzione (1939-1941) della gradinata di accesso al tempio ovvero “della platea antistante la chiesa di San Lorenzo” avrà come protagonista l’ing. Amerigo Berto, presidente dell’Associazione per i Monumenti Domenicani, nonché progettista e direttore dei lavori.

Presenterà in un excursus storico e documentale, il frutto della sua ricerca presso l’Archivio Storico del Comune di Mantova relativo alla costruzione della scalinata della Rotonda: eventi che hanno interessato il triennio 1939-1941, raccontati innestandoli in una più ampia cornice storica, dalle leggi razziali del ‘39, all’ingresso nella II Guerra Mondiale (1940) fino ad arrivare agli ultimi allestimenti della Rotonda.

L’evento è stato realizzato anche per sensibilizzare la popolazione all’importante struttura architettonica presente in città e per segnalare l’impegno dell’Associazione nel restauro del totem posizionato di fronte alla Rotonda, da tempo danneggiato da atti vandalici. Tra i progetti in programma vi sono il restauro e consolidamento del muretto e dei paracarri che circondano la Rotonda, l’abbattimento delle barriere architettoniche attraverso la costruzione di due rampe per i disabili nonché il restauro del pavimento del sagrato. Continua dunque la raccolta fondi, attraverso i bandi delle Fondazioni, i club di service e i donatori singoli e per questo motivo l’Associazione per i Monumenti Domenicani accetta offerte e contributi di qualsiasi importo, ma chi donerà almeno € 50 avrà il proprio nome scolpito a futura memoria.

La Rotonda si trova a 1,5 m più in basso dell’attuale piano stradale. Fino al 1941 era circondata completamente da un anello (di cui oggi rimane una parte) ed era accessibile attraverso una scala a chiocciola.

(foto archivio web)

 

Rispondi