SAN BENEDETTO PO – INIZIANO LE CELEBRAZIONI DEL MILLENARIO DI SAN SIMEONE

SanSimeone.jpg

Sabato 9 APRILE ci sarà l’APERTURA DELLE CELEBRAZIONI DEL “MILLENARIO” DI SAN SIMEONE organizzato dalla parrocchia di San Benedetto Abate Amici della Basilica con il patrocinio e la collaborazione del Comune di San Benedetto Po e proseguirà fino al 23 OTTOBRE 2016.

Molte saranno le iniziative nel corso dell’anno a partire da Venerdì 8 aprile ore 20.45 – Sala Consiliare Comune di San Benedetto Po – incontro con la delegazione dei monaci armeni di San Lazzaro degli Armeni di Venezia;

Sabato 9 aprile ore 16.30 – Basilica Polironiana: dopo il saluto delle autorità, una messa in rito armeno celebrata dai monaci, cui seguirà l’apertura dell’urna del santo e la visita in Basilica al percorso turistico allestito per l’occasione;

Domenica 10 aprile ore 18.00 – Basilica Polironiana: presentazione della la monografia “San Simeone” a cura di Maria Bianchi e Oriana Caleffi e mostra di medaglie “I santi della Misericordia” del collezionista mantovano Amedeo Imperatori.

Sulla vita di San Simeone si hanno poche notizie, mentre invece dopo la sua morte, ci sono ben tre documenti papali che lo riguardano. Esiste una ‘Vita’ scritta da un monaco di Polirone, ma non contemporaneo, il quale raccolse le notizie della tradizione popolare e come al solito aggiungendovi qualche nota di fantasia.  Secondo questo racconto Simeone era un armeno, che lasciata la sua patria, si ritirò per un certo tempo in solitudine come eremita. Poi prese a peregrinare a piedi verso i più famosi santuari del Medioevo. Si recò a Gerusalemme e poi a Roma dove venne accusato di eresia ma, papa Benedetto VII (974-983) lo giustificò. Visitò molti luoghi dell’Italia e non solo, impresa assai importante per quei tempi, finché si fermò al monastero di S. Benedetto di Polirone, nel territorio di Mantova, dove compì alcuni miracoli. Visse nel monastero procurandosi una fama di santità e di virtù e vi morì il 26 luglio 1016. Sulla sua canonizzazione, che in quei tempi non aveva la procedura di oggi, ci sono tre lettere papali: la prima è di papa Benedetto VIII (1017-1024) che autorizzava il marchese Bonifacio a costruire una chiesa dedicata a s. Simeone e di depositarvi il suo corpo; la seconda lettera è di Leone IX (1048-1054) e riguarda la consacrazione della chiesa e la ricognizione delle reliquie. Queste disposizioni non ebbero una sollecita attuazione, in quanto la terza lettera di papa Alessandro II (1061-1073) interveniva perché fossero eseguite le disposizioni di Leone IX. La ricorrenza liturgica di San Simeone di Polirone è il 26 luglio.

Info: I.A.T. di San Benedetto Po e dell’Oltrepò Mantovano | P.zza Matilde di Canossa, 7 – 46027 Tel. 0376 623036 – Fax 0376 623021 | e-mail: iat@oltrepomantovano.eu

Annunci

Rispondi