GONZAGA – AL VIA L’ANTICHISSIMA SAGRA DEL CROCEFISSO

SAGRA.jpgMusica, teatro, cucina di popolo e giochi di un tempo nel centro di Gonzaga.

Festa della Bruschetta, spettacolo No Slot e giochi d’antan in piazza

 Lo spettacolo No Slot, la cucina di popolo e il fascino dei giochi di un tempo sono alcuni degli ingredienti della Sagra del Crocifisso, ricorrenza tradizionale che da venerdì 20 a lunedì 23 animerà il centro di Gonzaga.

È a teatro il primo appuntamento: venerdì 20, alle ore 21, la compagnia palidanese L’è mei perdi che catai debutta con lo spettacolo No Slot, scritto da Nicoletta Ferrari per il progetto “Quando il gioco non è più un gioco” allo scopo di sensibilizzare  il pubblico sul problema del gioco d’azzardo lecito attraverso una storia apparentemente brillante.

Sabato 21 nella sala civica (ore 10), a cura del circolo culturale “I. Bonomi”, si tiene la lezione dal titolo “150° anniversario dell’annessione all’Italia dell’Oltrepò e dei distretti mantovani a est del fiume Mincio” con l’intervento della prof.ssa Carla Bignotti. Il sabato sera invece è all’insegna della grande musica, dei buoni sapori e del folklore.

Gonzaga-sagra del Crocefisso.jpg

Per la rassegna Nessuno Escluso, al Teatro Comunale si esibiscono in concerto Enrico Rava, Gianluca Petrella e Giovanni Guidi (ore 21) mentre in piazza Matteotti saranno già in funzione gli stand gastronomici della manifestazione A tutta birra, bruschette…e non solo, a cura dell’associazione commercianti Insieme Gonzaga, con menù a base di gnocco fritto e salumi, bruschette farcite e risotto alla pilota, e la musica della band 88 Decibel a fare da colonna sonora (dalle ore 20 alle ore 24). Nell’ambito della serata è previsto inoltre un flash-mob di sensibilizzazione sul progetto Liberamente Teatro, con le ragazze di ASD Fisicamente.

MadonnariLa domenica inizia con la celebrazione della Santa Messa alle ore 9:30 presso l’Ospedale Civile di Gonzaga e prosegue nei padiglioni di Fiera Millenaria con il mercato d’antiquariato del C’era una volta con ingresso gratuito. Stand aperti tutto il giorno, dalle 6 del mattino fino al tramonto, per una manifestazione che cresce di anno in anno e che, in questa edizione, supera i 400 espositori provenienti da Italia, Francia, Germania e Austria, grazie all’esperienza maturata dal Circolo Filatelico Numismatico e Hobbistico di Gonzaga, che organizza l’evento insieme all’ente Fiera ed è attivo da oltre 20 anni nel settore.

c'era una volta alla millenariaSpazio al gioco e alla creatività nel pomeriggio: dalle ore 15:30 in piazza Matteotti saranno al lavoro i pittori maestri madonnari dell’associazione Italiana Madonnari, mentre alle 17:30 sono previsti giochi e animazioni a cura della coop Il Poliedro.

Dalle ore 15:30 si svolgeranno invece la gara di ciclotappo e i giochi in strada e della tradizione, organizzati da @mici.net in collaborazione con il CSI di Mantova per il progetto no-slot “Quando il gioco non è più un gioco”. Per tutta la giornata saranno presenti in piazza stand della protezione civile, di Avis e di CRI delegazione Gonzaga Suzzara. Alle 17:30 nella sala consiliare si tiene inoltre presentato la conferenza “Governolo e Gonzaga stazioni di posta della via teutonica, strada del sacro romano impero”, alla presenza di Alberto Compagnoni.

La chiusura della sagra sarà lunedì 23 con il tradizionale concerto della Banda di Gonzaga al Teatro Comunale (ore 21).

(foto web)

Rispondi