ROVERBELLA – “IO e ORIANA” di MAGDI CRISTIANO ALLAM

Magdi Cristiano Allam.jpgMartedì 20 settembre 2016 al Centro Sociale Auser (Via dell’Artigianato, 25) di Roverbella è stato invitato  Magdi Cristiano Allam a presentare il suo libro fresco di stampa “IO e ORIANA”. L’evento è promosso da Pietro Toso: “Con Magdi c’è un vero rapporto di amicizia sono onorato di averlo come ospite a Roverbella. Ho esteso l’invito al sindaco Antonella Annibaletti e a Francesca Zaltieri come Presidente del Conservatorio di Mantova. La nostra musica è un pezzo importante della nostra cultura e della nostra identità

COPERTINA LIBRO.jpg

Cari amici, – scrive l’autore sul suo blog il 9 settembre – vi presento per la prima volta il mio nuovo libro “IO E ORIANA” che a partire da mercoledì 14 settembre sarà in edicola in allegato con Il Giornale e in libreria. È la storia di un’amicizia straordinaria che mi ha unito a Oriana Fallaci, di cui il 15 settembre ricorre il decimo anniversario della sua morte. È la testimonianza della mia eredità spirituale per sua volontà, che io mi sento convintamente dentro nonostante la tensione dialettica che c’è stata nel nostro rapporto e dopo aver preso atto che sull’islam aveva ragione lei. 
Io e Oriana. Un rapporto paragonabile a un amore che è esploso all’improvviso, che ha subito coinvolto intensamente la totalità del nostro essere persone sul piano intellettuale ed affettivo, che è sembrato così veritiero da concepirci un tutt’uno sul piano spirituale al punto che lei mi aveva designato come suo unico erede spirituale: “Più ti leggo, più ci penso, più concludo che sei l’unico su cui dall’alto dei cieli o meglio dai gironi dell’inferno potrò contare. (Bada che t’infliggo una grossa responsabilità)”.  […]  Ancor prima della sua morte il 15 marzo del 2006 presi atto che Oriana aveva ragione nel considerare i terroristi islamici la vera rappresentazione dell’islam e nel condannare anche i sedicenti “musulmani moderati” che ci impongono la legittimazione dell’islam come religione e la costruzione delle moschee. Quando nella notte della Veglia Pasquale il 22 marzo 2008 decisi di abiurare l’islam e di convertirmi al cristianesimo, compresi che Oriana aveva ragione nell’indicare specificatamente l’islam come la radice del Male.

Annunci

Rispondi