CASTEL GOFFREDO – CHIUDE CON SUCCESSO IL “FESTIVAL DEGLI ARTIGIANI DELLE ARTI”

castel Goffredo - festa 1.jpgSi è concluso con successo il “Festival degli artigiani delle arti: dilettanti che ci provano” promosso dall’assessorato alla cultura del Comune di Castel Goffredo, l’Associazione di volontariato “El Castèl” e con la direzione artistica di Nicola Armanini.Il Festival si è posto nel solco dell’esperienza della gestione invernale del teatrino San Luigi dove si è dato spazio alle associazione del territorio e ai talenti del paese. «Un teatro a chilometro zero – dice l’assessore alla cultura Marco Maggiche possa dare spazio alle persone del paese desiderose di mettere in mostra le proprie attitudini. Questo crea immancabilmente delle energie e sinergie che  si sprigionano dal nostro territorio. Per questi talenti ed energie è giusto mettere a disposizione spazi e possibilità».

castel Goffredo - festa 2.jpgCosì è stata messa in pista questa nuova avventura che oltre agli importanti obiettivi posti dall’Assessore si è posta lo scopo di valorizzare le location “estive” di Castel Goffredo e animare l’estate castellana, senza sovrapporsi a ciò che già esisteva.

Preziosissimo partner e capofila in questo progetto è stata l’Associazione El Castèl che attraverso i suoi volontari ha garantito il perfetto svolgimento dei vari eventi del Festival. «L’Associazione El Castèl si fa promotrice di cultura – dichiara il presidente Pietro Nardinell’anno di Mantova capitale italiana della cultura, integrando così il già prezioso servizio che da alla comunità e in particolare alle fascia dei più deboli e ha l’onore di poter appoggiare i talenti del paese».

castel Goffredo - festa 3.jpgNei mesi di giugno e luglio si sono svolti nove eventi, alcuni nuovi, altri già in programma a cui si è dato appoggio logistico e burocratico. Ottima la qualità e la creatività delle performance, quasi tutte messe in scena da artisti più o meno dilettanti locali e buona la partecipazione di pubblico. Il festival è partito a fine giugno con “Morto un poeta se ne fa un altro” pièce teatrale musicale sulla vita di Piero Ciampi scritto ed interpretato da Paola Prestini, per poi dare spazio alla notte della taranta castellana con l’impegno in prima persona del musicista locale Davide Caldognetto.

I Piöcc ovvero Piccola Orchestrina Cantastorie Castellani capitanati da Nicola Armanini sono protagonisti di quattro serate di teatro e musica. Poi largo ai giovani: ai bravissimi “I soliti sospetti” che hanno animato una cena con delitto grazie alla Consulta Giovani e alla Biblioteca per poi spostarsi in parte e capitanati da Margherita Mura ad appoggiare lo spettacolo di Filippo Di Carlo.

Infine largo ai giovanissimi grazie alla cura e l’entusiasmo di Lucia Gorgaini che ha messo in piedi la serata dal titolo “Piccoli talenti“.

Un’esperienza sicuramente innovativa ma già di successo che verrà proseguita attraverso la programmazione invernale del Teatrino San Luigi: là dove il teatro non si subisce ma si genera e diventa un laboratorio a servizio della comunità.

Annunci

Rispondi