MANTOVA – Ristrutturati cinque alloggi temporanei Erp nel “Progetto ti sgancio”

ti sgancio AMB_0168.jpg

Inaugurati questa mattina, 28 marzo, da parte del sindaco di Mantova Mattia Palazzi, dagli assessori Nicola Martinelli e Andrea Caprini e dalla responsabile del Servizio famiglia infanzia ed età evolutiva di Ats Valoadana, Doriana Paganini. Gli appartamenti sono siti nel Quartiere Valletta Valsecchi nelle vie 8 Marzo e Scalarini, vicini a scuole e altri generi di servizi utili.

Il titolo “Ti Sgancio” è dunque da leggere con questa precisa accezione: temporaneità alloggiativa di otto mesi, più eventuali altri quattro in caso di necessità straordinarie, come scommessa e nuova possibilità per il Comune di Mantova di permettere lo “sgancio accompagnato” dalla passività dell’assistenza economica.

ti sgancio AMB_0158.jpg

Per consentire l’accesso al progetto al maggior numero di persone idonee, gli utenti degli alloggi temporanei saranno quelle persone appartenenti alle categorie citate in stato di momentanea difficoltà individuate dai Servizi Sociali, non cronicizzate, per le quali sia ipotizzabile e concretamente praticabile un effettivo sgancio verso soluzioni abitative e di vita indipendenti.

Il progetto si colloca nel più ampio contesto di un ripensamento del servizio sociale messo in atto dal Comune di Mantova, anche in un’ottica di sostenibilità, così da trasformare l’ente  da erogatore di risposte assistenziali a vero e proprio valorizzatore delle risorse individuali con progetti che siano in grado di accompagnare, in rete con i servizi del territorio, le persone in difficoltà.

ti sgancio AMB_0181.jpg

Per noi è una grande soddisfazione poter mettere a disposizione locali freschi e moderni come questi” ha spiegato il Sindaco Mattia Palazzi.

Il nostro è un progetto innovativo – ha raccontato l’Assessore Nicola Martinelli – che non si riscontra da altre parti. L’idea è quella di accogliere per otto mesi, con eventuale proroga di quattro mesi, persone con delle difficoltà psichiche o che stanno affrontando un divorzio con figli a carico.

Il progetto ha avuto un costo di 150.000 Euro (il 90% a carico di Ast Valpadana e il 10% a carico del Comune di Mantova) e apre già le porte al prossimo intervento che vedrà la chiusura del proprio bando a fine Giugno e che sarà dedicato alle donne vittime di violenza che necessitano di luoghi dove risiedere in maniera temporanea.

Gli appartamenti sono arredati e pronti ad essere abitati con gli accorgimenti di ultima generazione per un minore impatto ambientale con una superficie di 65 e 80 metri quadrati.

(G.B.)

 

Annunci

Rispondi