GAZOLDO D/IPPOLITI – FIRMATO ACCORDO con CGIL, CISL e UIL su POLITICHE SOCIALI, LAVORO e WELFARE

GLI AMMINISTRATORI DI GAZOLDO DEGLI IPPOLITI E I RAPPRESENTANTI DELLE OO.SS. DOPO LA FIRMA DEL PROTOCOLLO DI INTESA.jpg

Gli Amministratori dei Gazoldo degli Ippoliti e i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali dopo la firma del protocollo d’intesa 

Nei giorni scorsi, presso gli uffici comunali, si sono ritrovati il sindaco di Gazoldo degli Ippoliti Nicola Leoni, il vice sindaco Maria Pia Soana e i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali dei Pensionati SPI CGIL, FNP CISL e UILP UIL nelle persone di Donata Negrini, Enrica Checchelani, Silvano Lini ed Enrico Grazioli, per firmare il protocollo di intesa per mettere in campo tutte le azioni possibili volte a salvaguardare la quantità e qualità dei servizi e a sostenere i redditi più bassi e le famiglie in difficoltà, in riferimento al Protocollo d’Intesa fra Anci Lombardia e Sindacati Confederali siglato a gennaio 2016. L’accordo fa seguito ad un precedente incontro avuto con le Organizzazioni Sindacali CGIL-CISL-UIL Confederali territoriali nel mese di febbraio.

Obiettivi comuni sono quelli di difendere i servizi, attuare politiche positive per il lavoro e per la casa, produrre iniziative per assicurare servizi socio-sanitari adeguati, assicurare la progressività nelle imposte, difendere le fasce di popolazione a basso reddito, in modo particolare i redditi da lavoro e da pensione.

Il Comune di Gazoldo degli Ippoliti e le Organizzazioni Sindacali CGIL CISL UIL e il Sindacato Pensionati Spi-Fnp-Uilp attraverso il protocollo di intesa si impegnano a rafforzare il dialogo e la collaborazione, nell’ambito delle rispettive competenze e funzioni, anche attraverso lo scambio delle politiche stabilite di comune accordo nel protocollo.

«Il nostro comune – ha dichiarato il sindaco Nicola Leoni – è riuscito in questi ultimi anni, nonostante i tagli, a tenere la tassazione invariata e addirittura ad abbassarla. Mi riferisco soprattutto alla Tasi, mai pagata sulla prima casa. Inoltre siamo rifusiti a mantenere servizi importanti a tariffa invariata come la mensa o il trasporto scolastico».

L’Amministrazione Comunale di Gazoldo degli Ippoliti si era impegnata dunque a introdurre nel bilancio per il 2017 e a realizzare le linee di intervento discusse, relative all’Adesione ai protocolli provinciali sottoscritti dalle organizzazioni sindacali e la Prefettura di Mantova nel 2015.

Per il lavoro, la creazione di un fondo specifico per persone disoccupate e l’ istituzione di Borse Lavoro, lavori socialmente utili, servizio civile e/o fondo contro la povertà secondo le disponibilità che il Bilancio permetterà di attuare concretamente. E ancora lotta all’evasione. L’Amministrazione ha attivato, mediante l’approvazione di apposita Convenzione con Delibera Giunta, un patto operativo anti-evasione con l’Agenzia delle Entrate in collaborazione con i propri uffici e le eventuali risorse recuperate saranno destinate a sostenere i servizi per tutti i cittadini.

Sul fronte delle politiche tributarie il Comune ha assunto l’obiettivo e l’impegno con i prossimi bilanci futuri, ed entro il termine di mandato, per una possibile riduzione delle aliquote per l’addizionale Irpef Comunale. Per la Tari, per le famiglie che attiveranno misure pratiche di riduzione dei rifiuti (compostiera) sarà applicata un’agevolazione eco-bonus. Per l’Imu e la Tasi l’Amministrazione Comunale conferma l’equiparazione a prima casa per le abitazioni dei cittadini ricoverati in Casa di Riposo, purché non occupate attivamente da altri soggetti, e per le case in usufrutto a familiari di 1° grado.

Per le Politiche Sociali l’impegno è quello di mantenere e sviluppare le politiche sociali-assistenziali a favore dei cittadini, anche per il 2017, attraverso il Servizio alle persone anziane e Servizio domiciliare Sad, i servizi di telesoccorso, centri disabili, servizi residenziali per disabili e l’ inserimento anziani in RSA e Centro diurno anziani: il servizio è rivolto a persone in gravi difficoltà economiche non in grado di far fronte agli alti costi delle rette.

In relazione alla priorità degli interventi riferiti a situazioni di fragilità sociale l’Amministrazione Comunale si impegna con il trasporto di bambini e ragazzi portatori di disabilità attraverso un fondo di 5.500 euro, l’assistenza ai minori in affido per  € 5.280, l’attività ricreativa estiva per i ragazzi (Cred), risorse stanziate di 32.200 euro che attiene 100 utenti previsti, un fondo a sostegno delle famiglie con figli che dimostrano difficoltà economiche. Le risorse stanziate  sono di 14.830 che attiene attualmente a otto famiglie.

Infine il fondo sostegno per gli affitti con la messa a disposizione di mille euro. «Vogliamo concentrarci – ha concluso Leoni – sulla sostanza indirizzata alle fasce più deboli o a rischio di emarginazione».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.