MANTOVA – CONCERTI MONTEVERDIANI DI PASQUA

CONCERTI MONTEVERDIANI.jpg

L’associazione musicale Ricercare ensemble, in collaborazione con il Comune di Mantova, la Diocesi, il Comune di Revere, la Fondazione Comunità di Mantova e la Fondazione Cariverona hanno organizzato i concerti di Pasqua 2017. Martedì 11 aprile alle 21 si terrà il concerto spiritualeVerso il Vespro” in occasione del 450° anniversario della nascita di Claudio Monteverdi. Si esibirà il coro & consort Ricercare Ensemble diretti dal maestro Romano Adami.

Lo spettacolo si potrà seguire in anteprima lunedì 10 aprile alle 21,15 nella chieda dell’Annunciazione di Revere. Gli ingressi ad entrambi gli appuntamenti sono liberi.

MONTEVERDI.jpg

Dedicato a Monteverdi anche il concerto “Vespro della Beata Vergine” in agenda domenica 21 maggio alle 21 nella Basilica di Santa Barbara.

Ad esibirsi saranno il coro da Camera Ricercare Ensemble e l’Accademia degli Invaghiti diretti dai maestri Adami e Federico Maria Sardelli. (Ingresso € 10,00. Info: 335 8255662).

Proponiamo, in un dittico che fa parte del nostro progetto ‘Le Meraviglie Cantate’ inserito nel XV ciclo dei Concerti di Pasqua – scrivono gli organizzatori nel depliant di presentazione – alcuni tra i più significativi capolavori della produzione sacra di Claudio Monteverdi, padre del melodramma e protagonista del passaggio dalla musica rinascimentale a quella barocca. Nel primo concerto pasquale il fulcro del programma sarà la Messa a 4 voci da cappella 1651, composizione di grande e moderna ricchezza musicale che sarà calata in un prezioso contesto che alterna alle maniere compositive dello stile antico le formule più innovative della seconda pratica, secondo una molteplicità stilistica tipica del primo Seicento cui si accostano autori quali il romano Sanci detto Sances, Frescobaldi, Lotti e Allegri. Nel secondo concerto verrà eseguito il grande e famoso Vespro della Beata Vergine, assoluto capolavoro della sua produzione sacra ed espressione della più alta e sentita devozione mariana, dove si può apprezzare tutta l’arte di Monteverdi nel piegare la sua sapienza artistica alle diverse espressioni di testi e invocazioni, mutando i colori, la forza vocale, la drammaticità, attraverso un impiego mirabile del contrappunto”.

Annunci

Rispondi