MANTOVA – CREMONA: Visite guidate alla mostra GENOVESINO. Natura e invenzione nella pittura del Seicento.

Il Museo Diocesano “F. Gonzaga” di Mantova organizza due giorni di visite guidate alla mostra per scoprire il pittore Luigi Miradori, detto il Genovesino, uno dei più originali epigoni seicenteschi di Caravaggio.

Il-Genovesino_-Natura-e-invenzione-nella-pittura-del-Seicento-a-Cremona

L’itinerario toccherà le tre sedi su cui è sviluppata la mostra – vale a dire il Museo civico Ala Ponzone, il Palazzo comunale e la Cattedrale di Cremona – ed avrà una durata complessiva di tre ore circa.
La visita sarà guidata dal dottor Marco Rebuzzi, conservatore del Museo Francesco Gonzaga, e dal dottor Daniele Lucchini, collaboratore esterno e curatore di alcuni allestimenti permanenti del museo.

Inoltre è da poco tempo uscito il libro di Daniele Lucchini dal titolo “Incontrando il Genovesino“. Il libretto vuole dunque essere una presentazione, un invito all’incontro con un artista forse immeritatamente quasi sconosciuto.
Un breve assaggio del testo dalla prefazione:

incontrando il genovesino.jpg

«Luigi Miradori detto il Genovesino, le rare volte in cui è menzionato, è di solito semplicemente annoverato tra i caravaggeschi, vale a dire tra quell’ampia schiera di pittori che per tutto il Seicento si muovono sulla scia della strepitosa rivoluzione di Michelangelo Merisi e che vengono sbrigativamente e indistintamente bollati come epigoni minori. Se indubbiamente minori devono essere considerati rispetto al grande artista lombardo, non si può tuttavia trattarli come una massa indistinta di passivi imitatori, ché vi sono senza dubbio tra essi alcuni, e proprio soprattutto in Lombardia, che si riescono a distinguere: non solo nel senso letterale, vale a dire di poter riconoscere la mano di uno da quella di un altro, ma anche in termini di qualità e di originalità. Uno di questi è appunto il Genovesino, sul quale io neppure mi ero mai particolarmente soffermato sinora. L’occasione è arrivata con una meritoria mostra monografica che sta per aprire a Cremona, sua città d’adozione.»
Collana: Finisterrae ISBN: 9780244936792 (prima edizione 2017)-

La data della visita, con medesimo programma, è domenica 17 dicembre 2017 e verrà effettuata al raggiungimento di almeno 40 partecipanti.
La quota di partecipazione comprende: trasporto in pullman da Mantova a Cremona e ritorno, biglietto d’ingresso alla mostra, servizio guida alla mostra.
Opzionalmente, chi fosse interessato può arricchire l’esperienza della visita con l’acquisto del volumetto monografico “Incontrando il Genovesino”, scritto da Daniele Lucchini.

GenovesinoPinacoteca.jpg

Quota di partecipazione: euro 35 per i soci Mirabilia, euro 40 per i non soci.
Costo del volumetto “Incontrando il Genovesino”: euro 10. L’acquisto del libro è opzionale e, nel caso, va richiesto e pagato al momento dell’iscrizione, così da poterlo avere il giorno della visita.
Termini di iscrizione: rispettivamente il 23 novembre per la data del 2 dicembre, ed il 7 dicembre per la data del 16 dicembre.
L’iscrizione si considera acquisita al pagamento della quota di partecipazione entro i termini sopra indicati.
Info e prenotazioni direttamente presso il museo, oppure:
cell. dottor Rebuzzi 349 3195637; cell. dottor Lucchini 333 6528432;
email: info@museofrancescogonzaga.it
Programma indicativo della giornata
Ore 9.00 Partenza da Mantova, viale Mincio. Ritrovo davanti al Museo Francesco Gonzaga alle 8.45.
Ore 10.20 Arrivo a Cremona e trasferimento al Museo civico Ala Ponzone.
Ore 11.00 Visita della mostra nella sede museale.
Ore 12.30 Tempo per il pranzo libero.
Ore 14.30 Visita della mostra nelle sedi del Palazzo Comunale e della Cattedrale.
Ore 15.45 Fine della visita guidata.
Ore 16.30 Partenza per Mantova.
Ore 18.00 Arrivo a Mantova.
N.B. Gli orari sono indicativi, giusto per dare idea della durata della visita.

(GB)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: