MANTOVA – INCONTRO A PALAZZO ANDREANI DELLE “INTERFORZE” PER IL PROTOCOLLO LEGALITÀ

Prefettura, Procura della Repubblica, Questura, Carabinieri, Guardia di Finanza e Tribunale riuniti in Camera di commercio per l’incontro “Interforze” Protocollo Legalità. Si sono riunite questa mattina, 29 novembre, nella sede camerale le forze dell’ordine con la finalità di irrobustire il rapporto di collaborazione con il mondo delle imprese sul tema della legalità.

INTERFORZE MANTOVA.jpg

L’obiettivo è quello di illustrare le potenzialità dei nostri servizi, con il Registro delle imprese e i suoi applicativi più evoluti, a supporto delle funzioni istituzionali delle forze dell’ordine – spiega il presidente della Camera di commercio Carlo Zanetti -. Quelle di controllo e ispettive, soprattutto se atte a prevenire e contrastare reati economici e criminalità organizzata, a tutela della legalità”.

Già da fine 2014 la Prefettura, Ufficio Territoriale del Governo, e la Camera di Commercio di Mantova hanno instaurato una valida collaborazione che ha consentito alla Prefettura, tramite un Protocollo d’intesa, di potenziare l’accesso agli archivi del Registro delle Imprese sì da rendere più celeri ed efficaci i controlli antimafia sulle attività economiche e utilizzare adeguati strumenti di indagine anagrafica.

Questa possibilità, qualora foste interessati, potrà essere estesa anche alle altre Forze dell’Ordine – aggiunge Elena Spagna, dirigente responsabile del Registro delle Imprese -. Questo incontro muove anche dalla volontà di far conoscere agli altri interlocutori istituzionali alcune novità che la riforma delle Camere di commercio ha portato con sé”.

Con il Decreto legislativo 219 del 2016 che ha modificato la legge di riferimento del sistema camerale (L. 580/93), oltre al riconoscimento del grande valore del registro, quale anagrafe delle imprese e HUB informativo, sono state infatti attribuite al sistema in quest’ambito nuove funzioni: la formazione e gestione del Fascicolo elettronico d’impresa e del Punto unico di contatto per le attività d’impresa.

Nei rapporti tra PPAA, il Registro delle imprese è, come ben sapete, il primo riferimento per accedere alle informazioni, atti e documenti sulla vita d’impresa nei suoi aspetti giuridici salienti. Ora, il principio di matrice europea di chiedere una sola volta documentazione amministrativa all’impresa si realizza appieno con la nascita del Fascicolo, che le Forze dell’Ordine potranno consultare direttamente da Telemaco. Mentre le altre PPAA ne hanno accesso (più limitato) dal portale “Verifiche PA” – aggiunge Elena Spagna -. In particolare oggi, oltre a dare conto di questa novità, illustreremo la nuova interfaccia della piattaforma Telemaco, i ricchi contenuti della nuova visura e soprattutto vedremo una esemplificazione di accesso al registro in modalità grafica RI-Visual, strumento che riteniamo molto utile alle Forze dell’Ordine per ricostruire posizioni d’impresa e relazioni tra imprese e persone”.

Lo scopo finale è quello di  favorire uno scambio di informazioni per condividere il livello di conoscenza e utilizzo di questi strumenti e l’interesse eventuale ad ottenere un accesso dedicato alla banca dati camerale per le interrogazioni più evolute andando così verso l’affermazione di una comunità istituzionale più tecnologica e attiva nel perseguire con efficienza obiettivi di trasparenza e legalità.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.