GAZOLDO D/IPPOLITI – DIALOGO E BUONA CONVIVENZA PROTAGONISTI ALLA POSTUMIA

danilo soragna.jpg

DOMENICA 11 FEBBRAIO nella sede di Piazzetta Postumia 2 di Gazoldo degli Ippoliti, alle 16.00 l’Associazione Postumia apre l’ottavo incontro di POSTUMIAE UNIVERSITAS, proponendo una conferenza-conversazione con il prof. DANILO SORAGNA dal titolo “Dalla Storia l’insegnamento di una cultura del dialogo per una buona convivenza”.

Se comunicassimo correttamente ed in modo chiaro otterremmo forse il risultato di essere meglio compresi dal nostro prossimo e certamente miglioreremmo il nostro benessere personale ed i nostri rapporti sociali. Ciascuno di noi, proprio perché ha una sua specifica identità ed è portatore di particolari esperienze personali, deve sapere dialogare e confrontarsi con gli altri. Danilo Soragna approfondirà questi concetti attraverso alcuni esempi di eventi e personaggi significativi di epoche storiche diverse, eppure validi anche ai tempi, che stiamo vivendo, della globalizzazione.

Il pomeriggio prosegue con Eventi e ricorrenze dell’11 febbraio. Con questa chiave di lettura verranno ripercorsi alcuni eventi storici e di attualità di questa giornata particolarmente significativa nella recente Storia come ad esempio:

  • NOSTRA SIGNORA DI LOURDES (11 febbraio 1858 – La Madonna apparve per la prima volta a Bernadette Soubirous);
  • Firma dei PATTI LATERANENSI tra lo Stato del Vaticano ed il Regno d’Italia (11 febbraio 1929)
  • Nel Concistorio ordinario dell’11 febbraio 2013 PAPA BENEDETTO XVI annunciò la sua “rinuncia al ministero di vescovo di Roma, successore di San Pietro”
  • 11 febbraio 2018: XXVI GIORNATA MONDIALE DEL MALATO, con un messaggio particolarmente forte di Papa Francesco a quanti si occupano di salute e di sanità.

naufragio del piroscafo oria.jpg

Inoltre, verrà ricordato con AMILCARE RICCÒ il 74° anniversario dell’AFFONDAMENTO DEL PIROSCAFO ORIA: l’11 febbraio del 1944 salpò da Rodi per il Pireo una nave norvegese requisita dai tedeschi con a bordo più di 4000 prigionieri italiani che si erano rifiutati di aderire al nazismo. A causa di una tempesta il piroscafo affondò sulle coste greche. Quasi tutti morirono in mare e tra essi più di 50 mantovani. A tutti quei giovani dispersi ed ingiustamente dimenticati ed in particolare ai nostri concittadini mantovani “Postumia” dedicherà questo significativo ricordo ed anche un sentito gesto di gratitudine.
Al termine, Riccò parlerà della sua esperienza editoriale come autore tradottadi nel libro dal titolo TRE MANTOVANI A RODI 1941-1945 – Memorie di famiglie mantovane (Edit. Sometti).

 

                                             

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.