REGGIOLO – VIA LIBERA ALLA PISTA CICLABILE DI VILLANOVA

Si va avanti con il progetto della pista ciclabile di Villanova. Dopo aver presentato il progetto alla frazione, il gruppo di maggioranza Centrosinistra per Reggiolo ha portato in consiglio comunale un ordine del giorno relativo al Piano urbanistico.

CICLABILE1

Un modo per continuare a sostenere lo sviluppo di nuovi insediamenti produttivi e realizzare, come opera fuori comparto, una pista ciclabile che collegherà il centro di Villanova con la stazione ferroviaria. Un intervento, quest’ultimo, molto atteso dai cittadini della frazione e oggetto di una raccolta firme a sostegno del progetto durante l’ultima consulta di frazione. La ciclabile darà la possibilità di riqualificare la frazione garantendo così un percorso in completa sicurezza a lato della provinciale con la realizzazione di due sottopassi di attraversamento della bretella Cispadana e della stazione ferroviaria.

Si tratta di un primo stralcio di interventi con l’obiettivo di trovare le risorse per il secondo stralcio che darà la possibilità di realizzare il percorso ciclopedonale fino a Reggiolo.

L’ordine del giorno presentato dal gruppo Centrosinistra per Reggiolo, dopo aver ricordato il percorso di collaborazione e confronto intrapreso dall’Amministrazione con in cittadini e la Consulta di frazione, ha illustrato e sostenuto i vantaggi dell’accordo urbanistico che in futuro permetterà lo sviluppo di insediamenti industriali e opportunità di lavoro a Villanova. Il nuovo insediamento produttivo si inserirà a ovest dell’autostrada A22 e del futuro casello autostradale della Cispadana. I soggetti proponenti si sono poi resi disponibili a realizzare opere fuori comparto come l’atteso percorso ciclopedonale.

Contro l’odg e la realizzazione dell’opera ha votato il consigliere di Rifondazione Comunista Nicola Zanoni, mentre si sono astenuti i due consiglieri del M5S Elena Mazzoni e Francesco Decarlo. Favorevole, invece, il consigliere di “Ricostruiamo Reggiolo” Manuel Negri.

Per l’amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco Roberto Angeli – questo progetto rappresenta un traguardo molto importante, perché in questo modo avremo la possibilità di favorire un nuovo sviluppo industriale che porterà lavoro nel territorio. In più, con l’accordo urbanistico, riusciremo a realizzare la ciclabile attesa dai cittadini della frazione da più di 30 anni. Dispiace ancora una volta che i gruppi di opposizione del M5S e di Rifondazione non abbiano votato favorevolmente a questo intervento, senza motivazioni a sostegno del loro voto e nonostante la posizione espressa nel corso degli anni dalla Consulta di frazione”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.