CASTEL GOFFREDO – SORSEGGIARE UNA TAZZA DI TE AL MUSEO, ALLA SCOPERTA DI NUOVE STORIE

Nei precedenti appuntamenti sono stati riletti gli anni ’60 attraverso l'”Omaggio a Gagarin” dipinto di Nene Nodari; sono state raccontate le storie nascoste tra le trame di antichi tessuti; ci si è lasciati affascinare dall’invenzione straordinaria dei caratteri mobili, apprezzando alcuni preziosi volumi esposti in museo. E poi ancora, si è intrapreso un viaggio tra antropologia e devozione popolare legato alla ritualità della Madonna da vestire e ripreso il tema della scrittura, ma dal punto di vista dei monaci amanuensi.

alberto crosato.jpgDomenica 15 aprile si continuerà a raccontare le infinite storie che costellano il MAST Castel Goffredo, il museo della città a in serbo per i suoi ospiti. Protagonista dell’ultimo tè della stagione sarà la Chiesa di San Michele: tornando indietro nel tempo fino all’epoca longobarda si andrà a conoscere l’evoluzione di uno dei luoghi di Castel Goffredo, attorno al quale ancora oggi è fortemente presente il sentimento di appartenenza alla comunità. La presenza di alcuni reperti di San Michele, uno dei tanti oratori campestri di Castel Goffredo, testimonia la volontà del museo di essere espressione reale dell’intera città.

università della cultura monzambano

A condurci per queste strade medievali, un profondo conoscitore dell’epoca e delle emergenze sul territorio, l’archeologo Alberto Crosato, responsabile turismo e ricerca dell’Associazione “Amici di Castellaro Lagusello”, impegnata principalmente in attività di ricerca archeologica nel territorio delle colline moreniche; da alcuni anni gli sforzi si sono profusi sullo straordinario insediamento neolitico di Tosina di Monzambano.

Alberto Crosato ha anche ricevuto l’incarico da parte del museo MAST di rivestire il ruolo di Conservatore per il patrimonio archeologico che  sarà ospitato in museo. Un’occasione in più per venirci a trovare domenica.” Spiegano gli organizzatori.

Il prossimo appuntamento sarà domenica 20 maggio, ma le tazze di tè verranno sostituite dai calici per inaugurare l’aperitivo time, sempre alla ricerca di aneddoti e curiosità.

Mast e dintorni copia.jpg
Tra i prossimi appuntamenti, in programma la gita del 29 aprile a Brescia – Palazzo Martinengo per visitare la mostra dedicata a De Chirico, Picasso e Morandi in collaborazione con Guida Artistica di Brescia.

Un Tè al Museo 2.jpg

(GB)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.