REGGIOLO – L’ARTE di GRAZIA BADARI in MOSTRA nella SONTUOSA CINQUECENTESCA VILLA DE MOLL

IO PORTO ALLA TUA SOGLIA FRUTTI RARI“, è il titolo della personale dell’artista Grazia Badari. Si tratta di cinquanta opere più nudi a grafite e carboncino, in esposizione nella cinquecentesca Villa de Moll a Brugneo di Reggiolo (via Giastalla 144).

L’esposizione curata da Francesca Baboni e Stefano Taddei verrà inaugurata domenica 9 settembre alle 17,30.

movimento acrilico di grazia badari.JPG

Dalla presentazione critica di Francesca Baboni e Stefano Taddei: “La poesia nutre il senso di libertà dell’essere umano. Tale afflato alimenta anche la ricerca di Grazia Badari. La libertà dell’animalità, la danza legata all’astrazione che lascia intravedere l’umanità ispirauna serie di opere, mentre in Dilavarsi dell’anima e Il tempo delle ceneri vi è un voluto annebbiarsi della visione dell’interiorità.

ceneri di grazia badari.JPG

Io porto alla tua soglia frutti rari nasce da un ascolto musicale e rappresenta, metaforicamente, lo struggimento e gli impedimenti che possono ostacolare indelebilmente certi amori, come quello impossibile tra la bella e giovane poetessa Maria Luisa Spaziani e un ormai anziano Eugenio Montale. Nell’acquerello, rinforzato a china e acrilico, si nota un forte senso di abbandono ma al contempo l’artista utilizza tonalità molto accese e forti che illuminano una parvenza di speranza, senza avvicinarsi mai al buio del nero, sinonimo di annientamento, con una sorta di scrittura automatica che riporta allo struggimento del difficile sentimento amoroso.

movimento blu grazia badari

Nella serie dei Movimenti (blu, verde e caldo) continua, grazie alla luce, una sorta di coreografia immersa tra colori e altre inferenze, come bagliori improvvisi tra le fronde e reminiscenze d’acqua marina mentre le Farfalle quasi astratte paiono muoversi con una cadenza a passo di balletto.

farfalla rossa grazia badari.JPG

Di grande impatto è la potente Via Crucis, unico dipinto a tema religioso sebbene di finalità laica, di grandi dimensioni, nella quale il Cristo diviene monito per l’attuale sofferenza dell’umanità, in cui il figurativo e l’astratto trovano concatenazioni semantiche peculiari. Oltre alla croce, si rilevano diversi particolari che emergono dal buio e da un rosso sangue particolarmente luminoso, simbolo non solo di morte ma anche di luce, di forza. Nella serie dei Nudi a carboncino, si presentano tormenti corporali che stanno ad esemplificare ferite psicologiche.”danza di primavera grazia badari

Grazia Badari, nasce a Luzzara, ma vive e lavora da molti anni a Sailetto di Motteggiana (Mn). Il suo  percorso artistico ha avuto inizio dalla primissima età ed è diventato più completo  nel momento in cui ha cominciato a prendere lezioni di  pittura presso Atelier di Artisti.

Successivamente  ha studiato presso l’Accademia Cignaroli a Verona. In seguito ha approfondito  Scultura, Incisione e Stampa sotto la guida del Maestro Carlo Bertolini, a Mantova.

Ha partecipato a numerose Collettive e a  Personali di  assoluta rilevanza, come Sabbioneta con presentazione al Teatro all’Antica, Palazzo Bentivoglio a Giualtieri, Museo di Arte Contemporanea a Borgovirgilio, Palazzo Ducale a Guastalla, Centro culturale di Pegognaga, Museo  di Correggio, Salone Arazzi. E‘ stata chiamata a lavorare per il progetto Cartoline d’Autore da Palazzo Ducale a Mantova.

Usa  il colore per esprimere narrazioni, vissuti, sentimenti. Oltre all’olio e all’acrilico, utilizza il polimaterico, tra cui la cenere di casa, soprattutto nei paesaggi padani; è come se una parte del suo mondo si materializzasse nelle tele.

Reggiolo - Villa de Moll

Villa de Moll a Brugneo di Reggiolo via Giastalla 144

Orario di apertura: tutti i giorni 9-12| 15-19 – ingresso libero

Info: Pavarini 335.355136 – Badari 349.8402354

(MGB)

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.