MANTOVA – “NON SPARATE SUL POSTINO”: LA COMPAGNIA CAMPOGALLIANI VA IN SCENA AL TEATRINO D’ARCO

Dopo il successo riportato nella scorsa stagione, tanto che non sono state soddisfatte tutte le numerose richieste del pubblico, la stagione dell’Accademia Teatrale Campogalliani 2018-2018 ripropone in apertura la divertente commedia “Non sparate sul postino” per la regia di Maria Grazia Bettini. TEATRINO D’ARCO DAL 13 OTTOBRE 2018 e replicato ogni  venerdì e sabato sera alle ore 20,45 e la domenica al pomeriggio alle ore 16,00 sino fino a domenica 4 novembre.

non sparate sul postino (una scena in prova).jpg

È una commedia brillante scritta nel 1964 dall’autore inglese Derek Benfield (1926 – 2009), scrittore, commediografo e attore non solo di teatro, ma anche di cinema (Space Vampires, 1985) e soprattutto di televisione in numerosi sceneggiati e telefilm della BBC. Dal suo primo successo “The Young in Heart” scritto nel 1953, la sua attività di commediografo teatrale è stata costante, autore di più di 30 commedie fra le quali “Colto in Flagrante”, “Toccata e fuga” e “Finché si Scherza” che è stato rappresentato in più di 30 paesi.

ADOLFO VAINI.jpg

La vicenda è ambientata nella vecchia Inghilterra, e più precisamente in un castello appartenente ad una famiglia dell’antica nobiltà inglese. In realtà Lady Elrood, la proprietaria, fa parte di una nobiltà assai decaduta che si vede costretta ad organizzare visite per turisti al fine di raggranellare qualche spicciolo per lei e per il marito Lord Elrood, un vecchio militare in congedo, ormai fuori di testa, che è convinto di trovarsi costantemente in mezzo ad una battaglia e spara a chiunque tenti di avvicinarsi, sicuro che si tratti di spie nemiche. Ovviamente il più gettonato, date le sue frequenti visite, è il postino, ma anche il droghiere, la cameriera e persino la figlia devono correre schivando pallottole. Patricia, la figlia,  arriva proprio il giorno dell’apertura del castello ai visitatori, mentre suo marito Chester giunge poco dopo in stato di completa agitazione. Ha appena saputo che il gangster Capone, anni prima finito in galera grazie ad una sua testimonianza, è evaso. Convinto che verrà subito a cercarlo, e spaventato dalla possibilità che le visite turistiche offriranno a questo per intrufolarsi nel castello, deve anche parare gli assalti della cameriera Ada, da sempre innamorata di lui. Preso per pazzo dalla moglie a causa delle sue fobie, deve affrontarle da solo. E le affronta concretamente, perché Capone ed il suo complice Wedgwood arrivano puntuali, concedendo a Chester di aver salva la vita al solo patto che lo aiutino a trafugare il prezioso dipinto che si trova sul caminetto. Disturbati dal vecchio Elrood, da Miss Partridge, la guida turistica stereotipo del “topo di biblioteca”, svampita e completamente assorta nell’adorazione dell’antico, e dagli unici due turisti – una coppia di rozzi paesanotti costretti a pagare l’ingresso ogni volta che passano da una stanza all’altra – i due figuri si ritrovano alla fine con le pive nel sacco portando via un dipinto senza alcun valore. Chester la scampa doppiamente, perché riesce nel contempo ad appioppare Ada a George, il capo degli scouts che nel contempo sono riusciti a strappare il giardino alle difese di Lord Elrood….

Commedia frizzante e scoppiettante caratterizzata dal tipico humor inglese, giocata sui doppi sensi e sulle “gags”, si snoda attraverso equivoci, situazioni paradossali e improvvisi colpi di scena che si succedono con ritmo incalzante  fino ad un finale sorprendente.

FRANCESCA CAMPOGALLIANI.jpg

La regia dello spettacolo porta la firma di Maria Grazia Bettini  e gli interpreti sono:

Adolfo Vaini, Gabriella Pezzoli, Annalaura Melotti, Rossella Avanzi, Luca Genovesi, Francesca Campogalliani,  Daniele Pizzoli, Serena Zerbetto, Michele Romualdi, Valentino Staffoli e Giancarlo Braglia.

Le scenografie sono state ideate da Daniele Pizzoli e realizzate dalla falegnameria Busoli, i costumi da Loredana Sartorello, Serena  Zerbetto e Diego Fusari e realizzati dalla sartoria Costapereira, le luci sono curate da Giorgio Codognola, le musiche selezionate da Nicola Martinelli, la direzione scenica è di Lorenza Becchi e Donata Bosco, mentre Chiara Ongari ha curato la grafica della locandina.

Le prenotazioni per tutte le rappresentazioni si possono già effettuare presso la biglietteria del Teatrino di Palazzo D’Arco dal mercoledì al sabato dalle ore 17 alle ore 18,30 (tel. 0376 325363) oppure via mail (biglietteria@teatro-campogalliani.it).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.