MANTOVA – PER IL TERZO ANNO CONSECUTIVO IL COMPLESSO MUSEALE PALAZZO DUCALE SUPERA I 300.000 VISITATORI

Nel 2019 Palazzo Ducale ospiterà uno degli eventi più attesi della stagione espositiva italiana: la mostra su Giulio Romano, realizzata in collaborazione con il Musée du Louvre di Parigi.

giulio romano

Il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova si conferma come una delle mete più gettonate tra gli appassionati d’arte e di cultura. Per il terzo anno consecutivo, infatti, la residenza gonzaghesca ha visto transitare nelle sue sale oltre 300.000 visitatori, che hanno ammirato gli splendidi capolavori in esse conservati, come la Camera degli sposi di Andrea Mantegna, e hanno apprezzato la variegata proposta espositiva che spazia dall’arte antica e a quella contemporanea, fino alle installazioni luminose della Biennale Light Art allestite durante i mesi estivi negli spazi esterni.

PETER-ASSMANN direttore Museo Palazzo Ducale Mantova

Superare la soglia dei 300.000 ingressi per tre anni consecutivi – afferma il Direttore Peter Assmann – è un grande traguardo per Mantova: mai nella sua storia il palazzo dei Gonzaga aveva avuto così tanti visitatori. Merito del lavoro della squadra di Palazzo Ducale e del dinamismo della città che, nonostante i limiti infrastrutturali, vede il settore turistico in crescita”.

E per il 2019, anno di Giulio Romano, Palazzo Ducale celebrerà la figura del più talentuoso allievo di Raffaello con un importante evento.

 

Giulio-Romano-2019 1.jpg

Dal 6 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020, è infatti in programma “Con nuova e stravagante maniera”. 

Giulio Romano a Mantova, una mostra nata dalla collaborazione tra il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova e il Musée du Louvre di Parigi, che intende illustrare la figura di Giulio Romano e la sua “nuova maniera” di fare arte, in particolare nella città gonzaghesca, mettendone in luce le peculiarità e l’aspetto fortemente innovativo.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.