MANTOVA – ANNALISA BONAFINI PROTAGONISTA CON LE SUE OPERE NELLE MOSTRE: “LA SOLITUDINE DELL’ANGELO” e “INFINITY ACADEMY”

Il progetto LA SOLITUDINE DELL’ANGELO, ideato e realizzato dal professor Giammarco Puntelli, riunisce alcuni dei più affermati artisti italiani di diversa formazione. In tale contesto, sarà presente con le sue opere anche l’artista Annalisa Bonafini.

On the wings of fantasy - olio su tela - 70x70 - 2018

On the wings of fantasy – olio su tela – 70×70 – 2018

La mostra itinerante La Solitudine dell’Angelo partirà da Assisi-Sala Pinacoteca dal 10 marzo al 7 Aprile, per poi trasferirsi a Berlino alla Galleria Licke & Farben dall’1 settembre al 31 ottobre per concludere il percorso al Museo Storico Nazionale Albanese di Tirana, dal 19 ottobre al 3 Novembre 2019.

Le opere di Annalisa Bonafini sono inserite anche sul catalogo Editoriale Giorgio Mondadori.

Infinity Mondadori.jpg

L’artista sarà presente anche nel progetto ideato e diretto sempre dal professor Puntelli, dal titolo INFINITY Academy che si terrà nelle sale di Palazzo Ducale di Sabbioneta dall’1 al 30 aprile con inaugurazione il 9 marzo alle ore 17.00.

ANNALISA BONAFINI è nata a Roma, vive e lavora artisticamente a Mantova.

Fin dall’infanzia emerge la sua predisposizione  prima per il disegno poi per la pittura, che sente come un’esigenza espressiva e comunicativa personale e che perfeziona  parallelamente al suo impegno come insegnante nella scuola pubblica. Il suo grande interesse per l’arte la porta ad approfondire la tecnica della pittura ad olio  continuando la sua ricerca di nuove forme e contenuti.

Affascinata dalla figura umana traspone sulla tela forme, riflessi, volti, ma anche stati d’animo. I volti e le situazioni prendono dunque forma attraverso una pittura ininterrotta, grazie al pennello che scivola sulla tela e che crea una scrittura liquida e fluida, segni decisi che si fondono in una dimensione vibrante e pacata, statica e vitale.

La sensibilità cromatica, la scioltezza con cui delinea e plasma le forme dei suoi visi fanno emergere la sua costante attenzione al soggetto, che nelle sue mani acquisisce quell’alterità speciale con cui la pittrice lo percepisce, lo reinventa e lo rimodella.

Negli ultimi lavori le figure umane e i loro volti sono sempre la maggior fonte di ispirazione delle sue opere delineate con forme che diventano più essenziali ed astratte, continuando la sua ricerca psicologica, espressiva, emozionale ed estetica e con l’intento di comunicare tematiche contemporanee. E in questa sua ricerca l’artista, nel suo narrare pittorico e immaginifico, persegue l’intento di sviscerare un discorso sottile e preciso sulla vita, quella di tanti e la sua, quella che le è scorsa attorno e che continua a fluire.

Fra le numerose mostre fatte, collettive e personali, ricordiamo alcune del 2018:

  • “Biennale Lake Como” Palazzo Gallio Gravedona (CO ) con catalogo e presentazione del prof. Giammarco Puntelli;
  • Personale “I misteri dell’anima” Galleria Sartori Mantova con presentazione del prof. Gianfranco Ferlisi;
  • “Art Escape 2018” Palazzo Zenobio Venezia con catalogo e presentazione di Loredana Trestin;
  • Personale “Lo sguardo al di là della materia” Palazzo Ducale Genova  con presentazione della curatrice Loredana Trestin.

Sempre nel 2018 sue opere sono state selezionate per la Mostra Internazionale “Pace e amore” alla Grande Moschea di Roma patrocinata dal Ministero Beni e Attività Culturali, dalla Regione Lazio e da una serie di ambasciate e istituti internazionali con la direzione artistica del prof. Giammarco Puntelli e catalogo Giorgio Mondadori.

(GB)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.