MANTOVA – “UN ORIZZONTE CHIAMATO CINEMA”: I 115 ANNI DI CINEMA A MANTOVA RACCONTATI DA PAOLO PRITTI

un orizzonte chiamato cinemaScrivi Protti e leggi Cinema. A 115 anni dalla prima impresa cinematografica dei pionieri Gino e Ottorino, Paolo Protti racconta nel libro Un orizzonte chiamato cinema una grande famiglia, arrivata ormai alla quarta generazione di sognatori in celluloide.

Giovedì 21 marzo alle ore 18.00, appuntamento in libreria, alla Ibs+Libraccio Mantova di via Verdi 50 a Mantova. Con l’autore intervengono il giornalista Werther Gorni e l’editore Nicola Sometti.

Era infatti il 1904 quando nella bassa e nebbiosa provincia mantovana iniziò a prendere forma un’avventura che da allora non si sarebbe più fermata. Nemmeno di fronte alle guerre, alle crisi dei cinema di provincia e poi di quelli cittadini o davanti alle bizze di una politica non sempre collaborativa.
Un’avventura ramificata, che da Mantova avrebbe presto allargato i suoi confini; perché i Protti sono sognatori certo, ma hanno dimostrato di essere soprattutto grandi imprenditori, capaci di muoversi nella sensibilità del gusto popolare immaginando sempre il passo successivo.
Il racconto che ne esce è appassionato, denso di ricordi e aneddoti che restituiscono un tempo passato e accompagnano i cambiamenti di una società e dei suoi costumi. Un cinema fatto anzitutto di persone, della loro generosità e dedizione al lavoro…

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.