32° Salone Internazionale del Libro di Torino: MnM & Amolà Edizioni sarà presente con due nuove pubblicazioni

La mantovana MnM & Amolà Edizioni sarà presente con un proprio stand all’imminente Salone Internazionale del Libro di Torino (E32 – padiglione 1), la più importante manifestazione italiana nel campo dell’editoria che si svolge al centro congressi Lingotto Fiere. Allo stesso stand si terranno due appuntamenti con ospiti nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 maggio.

Sabato si inizia con Anne Pia, l’autrice di Ho Scelto la Mia Lingua.

Voglio rendere omaggio alle donne che mi hanno preceduto, tutte irrequiete, impegnate, mai confinate o messe da parte.

anne pia ho scelto la mia lingua

Un’opera audace e onesta, talvolta cruda… realizzata con uno stile superbo e incisivo, un eccellente amalgama di autobiografia e storia sociale.  – Ann Marie Di Mambro

Anne Pia vive a Edimburgo, dove è nata e dove lavora. I suoi nonni materni sono giunti in Scozia nel 1913, provenienti da Viticuso, paese della Ciociarìa. Laureata in Lingue, ha iniziato la carriera nell’àmbito dell’educazione liceale come insegnante di italiano, francese e inglese. Attualmente svolge attività di consigliera e ispettrice governativa
per l’Istruzione pubblica. Suoi scritti sono pubblicati in «Times Educational Supplement», «Scottish Educational Review» e in altre numerose riviste accademiche e professionali. Sue poesie sono pubblicate in «Northwards Now», «Poetry Scotland», «New Voices Press», «Lunar Poetry», «The Fat Damsel» e «South Bank Poetry» (Londra). Autrice della raccolta di poesie Transitory, Luath Press, 2018. Suona il mandolino nell’Edinburgh and Guitar Orchestra e partecipa a numerosi festival di poesia e musica scozzesi.

Domenica 12 maggio sarà ospite la filosofa, giornalista e autrice Anna Camaiti Hostert che presenterà una sua novità assoluta stampata in questi giorni: la raccolta di racconti dal titolo La Vita nelle Cose.

Di lei hanno scritto:

Racconti sorprendenti dove la sensazione è quella di essere trasportati con feroce e luminosa intelligenza attraverso le passioni e i sentimenti. Dieci racconti, dieci grandi storie… con la sorpresa sempre in agguato.  – Fiorella Infascelli

Se pretendete che la letteratura faccia attraversare i muri, in questi racconti di Anna Camaiti Hostert vi troverete da una parte e dall’altra dei confini con le emozioni intatte.
Fabrizio Scrivano

La Vita nelle Cose.jpg

Anna Camaiti Hostert ci racconta episodi di vita servendosi di oggetti conficcati nel terrario della memoria, che la sua penna tramuta in inneschi di racconti lucidi e struggenti.    – Alessandro Boschi – (Hollywood Party, Radio Tre)

Anna Camaiti Hostert, maremmana, vive e lavora tra l’Italia e gli Stati Uniti. Filosofa, è stata docente presso le università di Chicago, Roma, Los Angeles, New York e Boca Raton (Florida). Nell’alveo degli studi culturali angloamericani e le relative teorie delle identità, la sua ricerca si focalizza sui Visual Studies. In tale ambito, pubblica i significativi lavori: Passing. Dissolvere le identità, superare le differenze, 1996-2006 (Passing. A Strategy to Dissolve Identities and Remap Differences, USA 2007); Sentire il Cinema, 2002; Metix. Cinema globale e cultura visuale, 2004; Trump non è una Fiction. La nuova America raccontata attraverso le serie televisive, 2017; cura, con A. J. Tamburri, la raccolta di saggi: Scene Italoamericane. Rappresentazioni cinematografiche degli italiani d’America, 2002 (Screening Ethnicicty. Cinematographic Representations of Italian Americans in the United States, USA 2002). Cofondatrice della rivista di studi culturali e di estetica «Ágalma». Autrice del programma televisivo Rai Metix, 2005-2006. Giornalista. Cofondatrice ed editorialista del quotidiano online «Succedeoggi».

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.