MANTOVA – IL CAMPANILE DI SANT’ANDREA: CONFERENZA CON L’ARCH. CRISTINA ROTA

campanile di sant'andrea.jpgMartedì 7 maggio alle ore 21.00 alla Rotonda di San Lorenzo: il campanile di Sant’Andrea, prima conferenza del Quaderno di San Lorenzo n°18, basato tutto sulla basilica di Sant’Andrea. La conferenza, aperta a tutti, è tenuta dall’arch. Cristina Rota che presenterà in parte la sua testi di laurea sul campanile di Sant’Andrea.

Le notizie storiche reperibili sul campanile della basilica di Sant’Andrea sono molto scarse e non prive di errori sulla datazione della costruzione. Come ognuno sa, della antica chiesa e monastero benedettino di Sant’Andrea, l’unica parte che fu conservata da Leon Battista Alberti e Ludovico II è appunto il campanile che data, almeno per l’inizio dei lavori, al 1414.

Cristina Rota si è interessata, per la sua tesi di laurea, sull’analisi della documentazione archivistica dei vari enti pubblici o ecclesiastici e soggetti privati che nel corso dei secoli si sono occupati della manutenzione di questo edificio. Le notizie inedite ritrovate riguardano i lavori effettuati e la corrispondenza tra il soggetto ecclesiastico e  coloro che si occuparono di amministrare il loro patrimonio e le istituzioni preposte alla gestione dei beni del sovrano regnante.

Infatti, la basilica di Sant’Andrea, sin dalla sua costruzione è stata soggetta a jus patronatus regio ossia, il sovrano vantava diritti e doveri su di essa: tra questi vi era il dovere di occuparsi della conservazione degli edifici e quindi della loro manutenzione e restauro. Tale diritto cessò con i Patti Lateranensi stipulati tra Stato e Chiesa nel XX secolo. Grazie alla lettura di questa corrispondenza sono state rintracciate le descrizioni dei lavori che nei secoli sono stati eseguiti sul campanile. Ne deriva un’ipotesi ricostruttiva basata sulla documentazione storica e sulle evidenze archeologiche che prova a collocare alcuni elementi architettonici, oggi non presenti sul campanile, nelle loro postazioni originarie.

La tesi di laurea di Cristina Rota ha avuto un riconoscimento dalla giuria del Premio Mozzarelli.

(foto di rep.)

2 pensieri su “MANTOVA – IL CAMPANILE DI SANT’ANDREA: CONFERENZA CON L’ARCH. CRISTINA ROTA

  1. Sto cercando da tempo un contatto con la dott.ssa Rota in quanto molto interessato al campanile di Mantova per le mie ricerche in Brescia. Sarò molto grato se qualcuno potrà passarle il mio e-mail, o fornirmi un suo contatto.
    Attendo fiducioso una vostra cortese risposta.
    Cordiali saluti
    prof. Raffaele Piero Galli
    (Ass. Naz. Polizia di Stato – Brescia)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.