CRONACA NERA – RAPINA A MANO ARMATA IN ABITAZIONE A VOLTA MANTOVANA. IL LADRO SUBITO ARRESTATO DAI CARABINIERI

 

compagnia carabinieri castiglione delle stiviere.jpg

Nella notte ha visto il ladro in azione in casa e sotto la minaccia di un coltello da cucina, si è vista costretta a consegnare tutti gli averi, ma i Carabinieri prontamente arrestano il rapinatore mentre torna a casa.

dinna aggredita dal malvivente.JPG

Donna italiana sola in casa con una figlia di tre anni, residente nell’alto mantovano, stava dormendo quando viene svegliata da certi rumori provenienti dal piano terra, pensava fosse il compagno di rientrato dal turno di lavoro, ma invece, la sorpresa: come in un incubo si vede davanti un uomo incappucciato con un coltello in mano. Sotto la minaccia del grosso coltello da cucina viene trascinata per tutta la casa per farsi consegnare soldi e gioielli, e se non lo avesse fatto avrebbe fatto del male a lei e anche alla bambina.

La giovane donna, con coraggio di chi vuole proteggere la cosa più cara al mondo, consegna tutto quello che ha di valore in casa, soldi e gioielli, pur di porre fine all’incubo che durava da ormai troppi minuti.

 

Quando poi il delinquente, soddisfatto del bottino si allontana, la donna strige a se la neonata e chiama subito i Carabinieri di Castiglione delle Stiviere. Dato l’allarme a tutte le pattuglie dell’alto mantovano si innescano le ricerche del rapinatore. Grazie alle tracce lasciate sulla scena del crimine dal rapinatore, i carabinieri del nucleo operativo di Castiglione delle Stiviere sono stati in grado di seguirlo fino al suo nascondiglio.

H.Y., 30enne di origini marocchine, veniva sorpreso nascosto nelle campagne di Castiglione delle Stiviere e vistosi scoperto dai Carabinieri si dava a precipitosa fuga anche tentando d’investire uno dei militari. Credendo di essere definitivamente in salvo si rifugiava in casa della moglie, senza però fare i conti con la determinazione  dei militari che, raggiunto, lo arrestavano definitivamente. In garage venivano trovati gli indumenti usati per rapinare l’indifesa madre e nascosto in un vaso i soldi sottratti alla donna.

Adesso H.Y. già colpito da misura di prevenzione, dovrà rispondere di rapina a mano armata e resistenza a pubblico ufficiale è stato portato immediatamente nel carcere di Mantova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il comandante dei Carabinieri di Castiglione delle Stiviere, ten. col. Simone Toni, ha espresso il suo vivo compiacimento a tutti i militari del nucleo operativo radiomobile per la brillante operazione di servizio e per il positivo risultato conseguito.

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.