MANTOVA, TANTO PUBBLICO AGLI INCONTRI DELLA GIUNTA PALAZZI NEI QUARTIERI DI FRASSINO-VIRGILIANA e TE BRUNETTI: infrastrutture e servizi pubblici per dare valore ai quartieri

Hanno riscosso grande successo gli incontri della Giunta Palazzi nei quartieri di Frassino-Virgiliana e Te Brunetti che si sono svolti nella serata di martedì 14 gennaio.

Incontro quartiere Frassino.jpg

Pienone nella parrocchia di piazza Frassino dove gli assessori del Comune di Mantova hanno presentato i progetti e le prossime iniziative. Il sindaco Palazzi, bloccato in casa dall’influenza, è intervenuto comunque in diretta video via Skype. L’assessore ai Lavori pubblici Nicola Martinelli ha illustrato i numerosi interventi in corso nel quartiere tra cui il rifacimento della piazza su cui si affaccia la parrocchia di Frassino e la realizzazione di una rotatoria.

Rotatoria Frassino Parrocchia.jpg

Frassino-Virgiliana

Il cronoprogramma prevede due segmenti operativi:

il primo si concluderà i primi di marzo e prevede la riapertura parziale dell’area al traffico, il secondo ed ultimo con l’ultimazione dei lavori entro la fine di aprile. La riqualificazione prevede, oltre la sistemazione del verde e della pavimentazione della piazza in porfido e l’abbattimento delle barriere architettoniche, una rotatoria davanti alla parrocchia di collegamento tra viale dei Caduti, via Paride Suzzara Verdi e strada Madonnina.

Inoltre – ha sottolineato Martinelli – siamo partiti con i lavori per la realizzazione dei sottoservizi e di una linea per le acque meteoriche”.

Progetto Rotatoria Frassino Parrocchia.jpg

PROGETTO ROTATORIA PARROCCHIA DI FRASSINO

Sempre entro fine aprile sarà pronta la ciclabile di strada Madonnina che collegherà Frassino a Virgiliana. Tra i cantieri in partenza, la prossima settimana via al rifacimento dell’illuminazione nei giardini di via Frizzi, con i lavori che dureranno un mese. Allo studio della Giunta comunale poi ci sono vari progetti, richiesti anche dai residenti dei quartieri, tra cui la riqualificazione di viale dei Caduti, con marciapiedi e ciclabile, e la realizzazione di due rotatorie su strada Cipata; la prima all’intersezione con strada Paride Suzzara e l’altra, invece, all’intersezione con viale dei Caduti. Molto apprezzata dai residenti è stata la collocazione di dossi, nelle strade principali del quartiere, per rallentare la velocità dei veicoli.

Altro tema preso in esame è stato il Cred estivo alla scuola dell’Infanzia Visentini, con un genitore che ha chiesto il servizio doposcuola fino alle 18. “Il nostro obiettivo è il doposcuola in tutti i quartieri”, ha sottolineato il sindaco Palazzi.

Infine a Virgiliana presto verrà sistemata e riqualificata la piazzetta interna, sulla quale l’amministrazione comunale sta provvedendo all’esproprio dell’area, essendo privata, per poi intervenire.

Incontro quartiere Te Brunetti

Te Brunetti

Grande affluenza di pubblico anche per l’incontro della Giunta nella sala civica di Te Brunetti, ex circoscrizione, in via Facciotto 7.

Anche in questo caso l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli ha presentato gli interventi previsti nel quartiere e il sindaco Palazzi è intervenuto in diretta video.

I lavori più importanti riguardano la nuova rotatoria dopo il sottopasso di viale Montello che collega via Bellonci con via Visi e la riqualificazione di via Amadei.

Rotatoria via Bellonci Visi.jpg

Gli interventi partiranno quest’anno e il completamento delle opere è previsto entro la fine del 2021. “L’obiettivo è di migliorare la viabilità del quartiere e di collegarlo meglio con la città – ha detto Martinelli –. Inoltre il restyling, oltre a migliorare anche l’aspetto estetico, metterà in sicurezza i pedoni ed i ciclisti. La realizzazione del rondò alla intersezione fra via Bellonci e via Visi permetterà l’ingresso diretto nel quartiere per chi proviene da viale Montello. Tale importante modifica consentirà di mettere a senso unico via Amadei. Ciò permette di progettare una effettiva riqualificazione di tale strada ripensando gli spazi. La trasformazione della viabilità a senso unico, con direzione di marcia da via Bellonci verso via Bonoris (via Parma), consentirà di realizzare i marciapiedi oggi inesistenti, una ciclopedonale sul lato della strada, di prevedere su un lato stalli di sosta per le auto, nonché aree verdi che possono prevedere alberature e nuova illuminazione”.

Via Amadei.jpg

VIA AMADEI

Complessivamente tali interventi prevedono un investimento di 1.200.000 euro da parte dell’amministrazione comunale. Inoltre, saranno realizzati in via Amadei anche attraversamenti pedonali rialzati ed eventuali dossi per ridurre la velocità dei veicoli. Altri importanti progetti già allo studio della Giunta, previsti nel Pums, sono l’eliminazione del semaforo in via Visi con l’obbligo dei veicoli di girare a destra su via Parma con direzione rondò di via Donati, e il sottopasso ciclopedonale che collegherà via Visi e strada Bosco Virgiliano.

L’eliminazione del semaforo consentirà di togliere le lunghe code di auto lungo via Visi – ha sottolineato l’assessore Murari –. Inoltre, grazie al sottopasso ciclopedonale i residenti potranno raggiungere strada Bosco Virgiliano in sicurezza e poi proseguire per il quartiere di Valletta Valsecchi fino al ponte di porto Catena, che presto inaugureremo”.

I residenti del quartiere hanno dichiarato piena soddisfazione per tali interventi. Tra le loro richieste al sindaco e Giunta, invece, ci sono l’installazione di telecamere presso il centro di raccolta della Tea in via Visi, per un maggior presidio dell’area dove spesso vengono depositati rifiuti al di fuori della struttura quando è chiusa, l’illuminazione pubblica nel nuovo sgambatoio di quartiere, maggior presidio e controllo in strada Trincerone, ritenuta poco sicura, con la possibilità anche qui di installare delle telecamere. Richieste di marciapiedi e maggiore sicurezza pubblica anche per chi vive in via Parma.

Inoltre, alcuni residenti “sognano” un quartiere che sia più “decoroso e bello esteticamente” suggerendo anche la riqualificazione esterna di alcune palazzine.

Per quanto riguarda le telecamere nell’area del centro di raccolta rifiuti solleciteremo Tea a studiare una soluzione – ha affermato Rebecchi –. Il presidio e controllo del quartiere e specialmente di strada Trincerone faremo presto dei sopralluoghi e valuteremo come e in quale modo poter intervenire”.

Sopralluogo in calendario anche in via Parma. Allo studio dell’amministrazione comunale con Autobrennero anche delle barriere antirumore per “proteggere” il quartiere. Tra i servizi previsti anche una fermata dell’autobus in via Donati. Inoltre, in quest’ultima via è in studio la realizzazione di una ciclabile.

Per quanto riguarda il restyling del quartiere per renderlo ancora più decoroso, oltre alle opere già previste – ha detto il sindaco Palazzi –, sono disposto a trovare ulteriori 30mila euro dall’avanzo di bilancio. Chiedo a voi residenti di segnalare all’assessore Martinelli dove intervenire. Per quanto riguarda le palazzine, la nostra amministrazione ha riqualificato in questi anni le varie strutture di proprietà, mentre per quelle dell’Aler noi non possiamo metterci mano. Però possiamo studiare un progetto di arte pubblica urbana come abbiamo realizzato recentemente a Lunetta”.

L’idea è piaciuta ai residenti è già il 29 gennaio si svolgerà un incontro presso i Lavori pubblici, con tutte le parti interessate, per mettere giù le basi di tale progetto. Nella serata si è discusso anche di iniziative da realizzare che possano coinvolgere le persone anziane, i bimbi e le giovani coppie presenti nel quartiere.

Il sindaco Palazzi, poi, ha ricordato i lavori al parcheggio Piazzale Ragazzi del ’99, con 168 nuovi posti auto, che non solo servirà la zona ma che prevede anche opere a verde ed un nuovo tratto ciclopedonale di collegamento con il quartiere di Te Brunetti. Infine, il primo cittadino ha segnalato ai residenti il progetto da 8milioni di euro per il nuovo grande parco urbano del Te.

Con questo importante intervento collegheremo ancora di più il quartiere di Te Brunetti con il centro della città – ha concluso Palazzi –. Solo riqualificando e realizzando infrastrutture e servizi pubblici daremo valore al quartiere che, in questo modo, potrà diventare attrattivo anche per investimenti da parte dei privati, oltre a portare nuovi residenti”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.