CASTEL GOFFREDO, AL MAST-MUSEO DELLA CITTÀ IL MESE DI FEBBRAIO È RICCO DI EVENTI PER TUTTI

Anche nel mese di  febbraio al MAST Castel Goffredo vengono proposte tante attività ed eventi adatti ai bambini, ragazzi e adulti.

lezioni al mast

Nei giorni di venerdì 7, 14, 21, 28 dalle 16:00 alle 18:00 si terrà il corso “Attentamente. Impariamo ad imparare!”, a cura di Ilaria Fanelli, docente di matematica. Il corso è rivolto ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado con l’obiettivo di accompagnarli nel proprio metodo di studio.

Si rifletterà sull’importanza della gestione del tempo, del saper creare mappe concettuali, delle mnemotecniche, fino al saper parlare in pubblico. Il costo è di 50 euro a persona, 45 euro per soci Gruppo San Luca e MASTAMICI.

Sabato 8 febbraio dalle 15.15 alle 16.45 ritorna il consueto appuntamento “Al museo per merenda” rivolto alle famiglie con bambini dai 5 agli 11 anni, che giocando con “Luce e colori” costruiranno un caleidoscopio. Il costo è di 3 euro a partecipante e la prenotazione è obbligatoria entro il sabato precedente. Per info e contatti: Cooperativa “La Melagrana” 338.9336451 oppure didattica@lamelagrana.it

Tè al mast

Il 19 febbraio alle ore 16.30 ritorna anche l’amatissimo Tè al Museo. Questa sarà la volta di Giancarlo Lang, bibliotecario della sezione storica della Biblioteca di Economia e Giurisprudenza di Brescia, che ci intratterrà parlando di “Alchimia del libro antico nell’Antica Libreria del Clero”, il contributo è di 4 euro, 3 euro per  MASTAMICI.

Ricordiamo che ogni domenica di febbraio si potrà visitare il MAST in compagnia delle nostre guide alle 11, alle 15.30 e alle 17. Il costo è di € 3 oltre il biglietto di ingresso al museo.

Prosegue l’iniziativa “Tutti mecenati!”. Con soli 10 euro sarà possibile adottare un quadratino dell’opera “Sant’Agostino che sconfigge gli eretici”, olio su tela XVI secolo, e permetterne il restauro. Il grande dipinto di cm 200 x 123, di proprietà della Parrocchia di Sant’Erasmo in Castel Goffredo, appartiene alle collezioni del MAST Castel Goffredo – Museo della città dove è inserito nella sezione “LA RIFORMA PROTESTANTE – Fermenti e contaminazioni”.

La tela è una delle pochissime opere che permettono di illustrare questo importante, complesso e quasi sconosciuto capitolo della storia di Castel Goffredo e dell’Alto Mantovano. Il restauro del dipinto permetterà una più chiara lettura dell’opera consentendo di definirne meglio l’epoca e l’ambito culturale ed artistico nei quali operava il suo autore.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.