MANTOVA, NUOVI ALBERI E PIANTE MESSI A DIMORA NEL PARCO DEL QUARTIERE ROBIN

Sono circa 600 le piante presenti nel quartiere Rabin di Mantova. Nella mattina di sabato 15 febbraio sono stati inaugurati 63 nuovi alberi messi a dimora nel parco urbano e oltre a 90 metri di siepe. Inoltre, grazie al Consorzio Latterie Virgilio, sono stati piantati 272 pioppi cipressini lungo il muro di cinta che costeggia il parco.

inaugurazione degli alberi nel parco robinPresenti all’iniziativa, oltre a tanti residenti, il sindaco Mattia Palazzi, l’assessore all’Ambiente del Comune di Mantova Andrea Murari, il presidente del Comitato di Quartiere Rabin Marco Sivero e i titolari del vivaio Bonini Garden e Giardini.

Ringrazio il Comitato, gli abitanti del quartiere e i privati per aver realizzato questo bellissimo parco urbano – ha detto Murari –, con tale iniziativa hanno reso ancora più bella e vivibile quest’area della città”.

Anche il sindaco ha espresso soddisfazione: “Un esempio virtuoso per tutta la città – ha sottolineato Palazzi –, per questo ringrazio i cittadini e i privati. Il messaggio della nostra Amministrazione è quello di rendere i quartieri sempre più verdi. Finora abbiamo investito su questo versante oltre 2milioni di euro, dal 2015 a oggi siamo passati da 14mila a 25mila alberi”.

Il quartiere da oggi è ancora più green – hanno detto il presidente del Comitato Rabin –. Un polmone verde in più per la città e per questo ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo importante obiettivo, dai residenti, al vivaio Boni e il Consorzio Virgilio. Inoltre abbiamo appena seminato tre piante di Paulownia che assorbono CO2 e le polveri sottoli del terreno”.

Sono state realizzate anche delle targhe in legno collocate sulle piante con il nome dei donatori.  L’inaugurazione è stata anche una giornata di festa per i bambini presenti, a ciascuno dei quali è stato donato un sacchetto bio con un seme di fagiolo “magico” di cui potranno prendersi cura.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.