IL COMUNE DI RODIGO PROROGA IL PAGAMENTO DELL’IMU AL 30 SETTEMBRE

imu-2019-calcolo-aliquote-scadenza-novita-2020

Rodigo, 11 giugnoAcconto IMU 2020 il Comune di Rodigo ha deciso di non applicare sanzione e interessi a chi lo pagherà entro il 30 settembre anziché il 16 giugno. Questa opportunità non si applica ai fabbricati inseriti nella sezione D, per i quali il cittadino dovrà comunque versare come di consueto lo 0,75% allo Stato.

Il sindaco, Gianni Grassi ed i suoi assessori hanno stabilito nei giorni scorsi che a seguito del coronavirus e delle difficoltà economiche sopportate da famiglie e imprese sarà possibile disporre di un tempo maggiore per pagare l’acconto dell’IMU. Per semplificare il pagamento, è possibile consultare il sito del Comune, e comunque la somma versata dal contribuente dovrà corrispondere al 50% di quanto pagato lo scorso anno per IMU e TASI, imposte che da quest’anno sono state unificate.

Gianni Grassi sindaco di Rodigo

Abbiamo deciso – spiega il sindaco di Rodigo, Gianni Grassi – di adottare questa formula per consentire alle persone e alle aziende, soprattutto quelle in difficoltà, di effettuare il versamento senza l’assillo del rispetto della data del 16 giugno. Questa è una manovra che riteniamo doverosa per semplificare alcuni passaggi che vanno nell’ottica di agevolare anche il lavoro dei Caf e dei consulenti. Il nostro intento, sin dal momento che l’epidemia del coronavirus ha condizionato in termini sensibili la vita quotidiana di famiglie e imprese, è sempre stato quello di far sentire la vicinanza dell’ente a coloro che maggiormente ne hanno pagato il prezzo più caro. Questa scelta quindi si va ad inserirsi tra quelle adottate sino ad ora per agevolare chi si trova nelle condizioni peggiori”.

Ancora una volta, quindi, l’ente locale rodighese si adopera per favorire le famiglie e le aziende in un momento di particolare difficoltà.

Tale scelta, infatti, si colloca nell’ambito delle iniziative rivolte a ridurre ai minimi termini i disagi che stanno condizionando la quotidianità dei propri cittadini.

In definitiva così facendo non saranno applicati sanzioni ed interessi a coloro che decideranno di effettuare il pagamento di Imu oltre la data ben conosciuta del 16 giugno.

Il conguaglio sulla cifra effettiva da riconoscere all’ente locale per l’intero 2020 sarà stabilito entro fine anno.

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.