Cortile Biblioteca G. Baratta, COSIMO ARGENTINA presenta LEGNO VERDE

Mantova, 1 settembre – L’autore Cosimo Argentina torna a Mantova – giovedì 3 settembre – per presentare il suo nuovo romanzo LEGNO VERDE. Educazione sentimentale di un adolescente (Oligo Editore).

biblioteca Baratta Mantova

L’evento fa parte della rassegna “Barattalcubo” della Biblioteca Mediateca Gino Baratta di Mantova (C.so Garibaldi 88), in particolare della serie di presentazioni denominata “Libri in Giardino”.

A distanza di 15 anni da Cuore di cuoio, Argentina torna nelle strade di Taranto in compagnia di un ragazzino dei quartieri popolari, Umberto Babilonia. 

legno verde.jpg

Umberto Babilonia è un disincantato dodicenne cresciuto in un quartiere popolare di Taranto negli anni ’70Parla lo slang del rione e ha poche idee, ma ben chiare. Ama le donne mature, adora il calcio, gli piace suonare le tastiere per finta e organizzare tornei con le figurine Panini, sta volentieri con gli amici e non sopporta di essere chiamato per nome dai compagni di classe. ha una sua poetica spicciola, il giovane Umberto, che gli fa superare le delusioni sentimentali, le botte rimediate da un padre violento e la rigida e vendicativa educazione impartita dall’istituto salesiano. In casa è fin troppo remissivo, in campo è uno che entra duro sulle caviglie degli avversari, a scuola è vittima sacrificale e con le ragazze sfodera un prematuro e involontario sex appeal. Cosimo Argentina ci mostra un adolescente impegnato a cercare il suo ruolo nel variopinto mondo in cui vive e disperatamente proteso verso la scoperta dell’amore e del sesso attraverso l’attrazione fatale di donne più grandi di lui. E, come spesso accade, arriverà il momento in cui una ragazza buffa e sincera farà saltare in aria le lapidarie convinzioni da duro in erba del protagonista e riuscirà a far battere forte il cuore anche al finto cinico Babilonia.

Cosimo Argentina è nato a Taranto nel 1963 e dal 1990 vive in Brianza. Ha esordito nel 1999 con il romanzo “Il cadetto” (Marsilio), vincitore del premio Kihlgren opera prima e del Premio Oplonti. In seguito, ha pubblicato 12 romanzi, tra cui si ricordano: “Cuore di cuoio” (Sironi, 2004), “Maschio adulto solitario” (Manni, 2008), “Vicolo dell’acciaio” (Fandango, 2010), “Per sempre carnivori” (Minimum fax, 2013) e, per Oligo Editore, “Saul Kiruna, requiem per un detective” (2019).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.